Zinco o Zinco

Lo zinco, noto anche come zinco, è un elemento chimico della tavola periodica, con numero atomico 30 e simbolo Zn, e si trova in uno dei gruppi di metalli di transizione. L'etimologia dello zinco sembra provenire dal tedesco, Zincken o Zacken (punte, denti), per indicare l'aspetto con bordi frastagliati del minerale di calamina, in seguito fu usato per il metallo ottenuto da esso.

Questo metallo non si trova liberamente in natura, combinato si trova in abbondanza, principalmente nella sfalerite minerale o blenda (ZnS), così come i minerali zincite (ZnO), emimorfite, esmitsionite e franklinite.

Lo zinco viene estratto dai solfuri naturali (miscele) mediante calcinazione e riduzione, un altro metodo è quello di trattare i minerali macinati con acido solforico, formando solfato di zinco che viene quindi sottoposto a elettrolisi .

Tra le sue proprietà ci sono il bianco bluastro ; è ruvido e fragile (ammorbidisce tra 100-150 ºC) al punto da poter essere polverizzato, ha un punto di fusione di 419 ºC e un punto di ebollizione di 907 ºC.

Zinco o Zinco

Ha il più alto coefficiente di dilatazione termica di tutti i metalli . E dei metalli pesanti, è il più elettropositivo ; quindi sposta gli altri metalli nelle sue soluzioni. Questo è il motivo per cui lo zinco viene utilizzato come elettro-negativo nelle cellule secche e in altri.

Nell'aria, lo zinco è ossidato, ma solo leggermente, forse dalla formazione di uno strato autoprotettivo di ossido e carbonato. A causa di questa capacità di resistere bene alla corrosione e poiché fornisce protezione catodica per il ferro, viene spesso utilizzato per rivestire questo metallo e prevenire la formazione di ruggine. Il ferro così protetto si chiama ferro zincato .

Lo zinco è un metallo molto importante poiché ha molte applicazioni industriali; Una di queste sono leghe, come l'ottone (leghe di rame e zinco) e le leghe Al e Mg. L'ossido di zinco, usato come pigmento nella vernice, è anche usato come riempitivo nei pneumatici di gomma e come unguento antisettico in medicina.

I sali di zinco uccidono i batteri putrefattivi e quindi vengono utilizzati per impregnare i boschi e i pali, preservandoli dalla putrefazione, evidenziando che questi sali sono velenosi per gli animali e l'uomo.

Raccomandato

rabbino
2020
giudizio
2020
Natale carol
2020