zar

È un termine di origine latina e russa, poiché è una combinazione di zar e Cesare, è un titolo che è stato dato all'imperatore della Russia e al primo presidente della Bulgaria e della Serbia, c'è anche una forma femminile di questa parola, la che è tsarina. Nella storia questo termine non implica alcun grado imperiale, ma era un modo di rivolgersi al re. Ecco perché ci sono altri termini vincolanti come zarévich che significa l'erede al trono, zesarevna che è equivalente alla moglie di zarévich e zarevna figlia o nipote dello zar.

zar

Il nome del governo gestito dagli zar era chiamato zarismo, essendo un autocrate e gestiva tutto ciò che aveva a che fare con il suo popolo, sia politico che economico, era anche fedele alla Chiesa ortodossa russa che lo rendeva ancora più potente da raccontare potere religioso.

Come molti altri titoli di nobiltà, viene usato in senso figurato nel linguaggio normale, per riferirsi a persone o istituzioni che possiedono un grande potere. Lo zar sarebbe equivalente al re occidentale poiché aveva un potere assolutista in base al quale tutte le decisioni venivano prese da una persona e tutti i poteri cadevano, per mandato divino, su quello stesso individuo.

Fu dal Medioevo che apparve lo zarismo, data la scomparsa dell'Impero romano, una parte dell'Europa dovette organizzarsi politicamente e culturalmente, mentre in Europa occidentale nacquero politici come duchi, sovrani e zar. La Bulgaria è stata la culla durante il X secolo di questi argomenti e in seguito si sono diffusi in tutta l'Europa orientale.

Raccomandato

Singularidad
2020
Medioevo
2020
Credito accademico
2020