vicino

Dire "vicino" senza ulteriori riferimenti è dire che qualcosa o qualcuno è a pochi passi da qualcos'altro, animale o persona. Anche se può anche indicare un tempo molto vicino al momento in cui viene espresso.

Tuttavia, c'è un altro significato per questa parola ed è quello di palizzata, muro o recinto da cui un posto o terra è limitato. Si differenzia dal concetto precedente non solo perché è un diverso tipo di parola, ma anche perché la sua etimologia non è la stessa, anche se ha dato omografi.

vicino

Un recinto è un recinto, un muro o un muro installato attorno a un sito per divisione o rifugio. È possibile trovare recinzioni nel giardino di una casa, in un campo, in un parco, ecc. Ad esempio: "La nonna ha dipinto il recinto rosso per abbinare il cancello", "Non leggi quel segno?" Dice che è vietato attraversare la recinzione «, » I ladri saltarono sopra la recinzione ed entrarono nella stalla «.

In genere è realizzato in legno o metallo, sebbene altri materiali possano essere disponibili in verticale. Il design più classico è costituito da assi di legno unite da filo metallico o metallo e sono disposte verticalmente con la punta rifinita o arrotondata, inchiodata al suolo .

Chiudi si riferisce anche a ciò che è vicino o immediato. Può essere una vicinanza fisica o temporanea. Se qualcuno indica "La scuola è molto vicina", si riferiranno al fatto che detto edificio è a breve distanza dal luogo in cui si trova la persona che ha detto la preghiera .

In un senso simile, una persona che commenta che "Siamo vicini al nuovo anno" si riferisce al fatto che, per il periodo dell'anno, mancano alcuni giorni alla data della celebrazione.

I due esempi ci consentono di dedurre che la vicinanza è soggettiva. Per una persona, "vicino" può essere una distanza non superiore a cento metri, mentre un altro può dire che qualcosa è "vicino" quando si trova a dieci chilometri di distanza. D'altra parte, il Natale può essere "vicino" come venti giorni o due mesi, a seconda di chi lo sta dicendo.

Il termine ha anche un uso emotivo, per riferirsi al grado di contatto che esiste tra due o più esseri viventi. Stare con un'altra persona o un animale può significare molte cose, secondo i bisogni e la cultura di ognuna; Ad esempio, puoi parlare di una costante preoccupazione per il benessere dell'altro, di un lavoro instancabile per conoscerlo e capirlo ogni giorno di più, della necessità di sentirsi amato e contenuto, di non sentirsi solo.

Tuttavia, poiché è un concetto così soggettivo, è impossibile stabilire parametri precisi per misurare il livello di vicinanza che esiste in una data relazione, poiché anche al suo interno ogni membro può avere una visione molto diversa di esso. Accusare qualcuno che non ci è abbastanza vicino non porta sempre alla soddisfazione di quella mancanza affettiva, poiché l'altra parte potrebbe dire il contrario, per quanto assurdo possa sembrare.

Raccomandato

nervo
2020
Zona contigua
2020
bullismo
2020