terreno

Il suolo è lo strato superficiale della crosta terrestre in cui vivono numerosi organismi e cresce la vegetazione. È una struttura di vitale importanza per lo sviluppo della vita. Il terreno supporta le piante e fornisce loro gli elementi nutritivi necessari per il sottosviluppo.

Il suolo è formato dalla decomposizione delle rocce da improvvisi sbalzi di temperatura e dall'azione dell'umidità, dell'aria e degli esseri viventi. Il processo mediante il quale i frammenti di roccia diventano sempre più piccoli, si dissolvono o formano nuovi composti, è noto come agenti atmosferici .

I prodotti rocciosi degli agenti atmosferici si mescolano con aria, acqua e detriti organici da piante e animali per formare terreni. Questo processo richiede molti anni, motivo per cui i suoli sono considerati risorse naturali non rinnovabili.

I componenti principali del suolo sono: materia organica viva e morta, rappresentata da resti di piante, da funghi, lombrichi, insetti e altri animali e da humus (materiale scuro e pastoso che si è formato nel corso dei secoli sul profilo del suolo ); materia inorganica, originata dal processo di alterazione causata dagli agenti atmosferici, che produce un po 'di fosforo, zolfo e azoto, che determinano che un terreno è fertile per un tipo di coltura.

terreno

Si trova anche acqua, la sua presenza è di vitale importanza, poiché mantiene in soluzione i nutrienti che verranno utilizzati dalle piante ; e l' aria, che occupa i pori lasciati liberi dall'acqua, contiene gas atmosferici, principalmente anidride carbonica . Secondo il suo stato fisico, i componenti del suolo sono in: fase solida, liquida o gassosa .

Tra le proprietà fisiche dei suoli ci sono consistenza, struttura, porosità, temperatura, consistenza e colore. Le sue proprietà chimiche si manifestano nella trasformazione delle sostanze che formano il suolo; ad esempio, in presenza di nutrienti organici e inorganici, scambio ionico e acidità del suolo (pH).

Esistono diverse classificazioni dei suoli, che dipendono dai criteri utilizzati per la loro realizzazione; quelli petrografici, che tengono conto della predominanza di uno dei membri della frazione minerale di questi, risultando in terreni silicei, argillosi, calcarei, salini, ecc. La genetica, che tiene conto del processo che li ha originati, è indigena e non indigena. E infine, quelli climatici, dove ognuno corrisponde a una zona climatica della Terra, ad esempio il suolo della zona intertropicale.

D'altra parte, la parola suolo si riferisce all'estensione del territorio che appartiene a uno stato o un paese. Per esempio; uno dei miei obiettivi in ​​questa vita è di calpestare il suolo straniero.

Raccomandato

Ermete
2020
Honestidad
2020
Cura di sé
2020