surrealismo

Il surrealismo è un movimento emerso nella prima metà del 20 ° secolo, in particolare durante l'anno 1920, in Francia, a partire dalla corrente dadaista. Deriva dal termine francese "surréalisme", il cui significato è "sopra la realtà"; fu coniato da Guillaume Apollinaire, nel 1917, mentre scriveva la prefazione all'opera Parade. Si dice che grandi figure come il Marchese de Sade, Charles Fourier ed Eraclito siano stati i primi uomini a generare un po 'di ispirazione nel precursore del surrealismo André Breton. Questo movimento appare in piena rivoluzione sociale, politica ed economica, quindi il contrasto tra le opere concepite sotto questo concetto e la realtà in sviluppo è notevole.

surrealismo

Nel 1916 André Breton si è scambiato idee con Tristan Tzara, il precursore del movimento Dada, che ha beneficiato sia dello sviluppo delle loro tendenze artistiche. Nel 1924, Breton, insieme a Soupault, fu incaricato di scrivere il primo Manifesto surrealista, in cui definì finalmente, da un punto di vista oggettivo, cosa sia realmente il Surrealismo. Nel 1928 aveva il compito di chiarire che il pensiero surrealista era estraneo alla ragione, era la connessione tra l'inconscio, desideroso di comunicare attraverso l'arte e il mondo esterno; con le sue stesse parole: "è un dettato della mente".

Nel 1929 appare il secondo Manifesto surrealista e, in questo, Breton condanna gli artisti Masson e Francis Picabia, per non aver sostenuto il comunismo; nel 1936, espulse Salvador Dalí e Paul Éluard dall'organizzazione, per essere rimasto neutrale di fronte alla svolta politica presa dal surrealismo. Il surrealismo è diminuito verso l'anno 1940 e la maggior parte degli artisti si è trasferita negli Stati Uniti, dove PopArt e l'espressionismo astratto sono nati da loro.

Raccomandato

temperatura
2020
Sumerios
2020
Stato d'assedio
2020