stabilità

La parola stabilità deriva dal latino «stabilĭtas», con componenti lessicali come il verbo «stare» che deriva da una radice indoeuropea e che significa stare in piedi o in piedi, anche il suffisso «bile» uguale a un indicatore «capace» di possibilità, altro il suffisso "tas" equivale a "papà" che significa qualità, quindi la parola stabilità secondo la sua etimologia significa la qualità di essere in grado di rimanere a lungo in un luogo senza subire alcun cambiamento. La parola stabilità può essere attribuita a fermezza o sicurezza in un dato spazio o luogo; o anche all'assenza di una serie di cambiamenti e perseveranza o costanza in un determinato periodo .

stabilità

Il termine stabilità è ampiamente usato in diversi ambienti o aree dell'essere umano, ad esempio in filosofia è rappresentato dalla capacità di mantenere la coerenza interna nonostante i cambiamenti; che si ottiene con moderazione nella condotta e fermezza delle convinzioni. Quindi si parla di stabilità economica è la mancanza di variazioni estremamente importanti nei livelli di prezzi, vendite, produzione, reddito, ecc. Successivamente nell'ambiente informatico, la stabilità è chiamata proprietà di alcuni sistemi che non hanno così tanti guasti o quelli con un livello di guasti basso o basso.

Infine, un altro uso della parola è riferirsi alla stabilità del lavoro, che è il diritto di ogni lavoratore di mantenere o possedere un lavoro in modo permanente, tale stabilità garantirà direttamente il reddito del lavoratore, al fine di soddisfare le esigenze di un gruppo di persone.

Raccomandato

Sociedad civil
2020
entalpia
2020
Dedicatoria
2020