Sintesi di ammoniaca

Sebbene sembri semplice, la reazione per ottenere l' ammoniaca non ha origine molto facilmente, specialmente se si desidera produrre a livello industriale. Nel campo della chimica, la sintesi di ammoniaca rappresenta la reazione di azoto e idrogeno per la produzione di ammoniaca a livello industriale.

Sintesi di ammoniaca

Il processo di sintesi dell'ammoniaca è stato ideato per la prima volta dal chimico tedesco Fritz Haber, che con questo metodo è stato in grado di utilizzare il gas di ammoniaca nella produzione di fertilizzanti artificiali, che hanno contribuito alla crescita agricola mondiale.

Le condizioni che consentono il corretto sviluppo della sintesi sono le seguenti:

  • Alte pressioni.
  • Alte temperature.
  • L'uso di catalizzatori ferrici.

Durante il processo, l'azoto viene fornito in quantità significative, ottenute attraverso la distillazione frammentata di aria liquefatta. L'idrogeno, nel frattempo, viene prodotto riattivando il vapore acqueo con metano. Ecco perché in queste condizioni, circa il 30% dei reagenti è in grado di trasformarsi in ammoniaca. I gas caldi che si trovano nella camera di reazione continuano a raffreddarsi, quindi liquefanno e separano l'ammoniaca. In questo modo si ottiene la separazione di azoto e idrogeno, che ha fallito la reazione e viene riciclata. E vengono iniettati nuovamente nel reattore.

L'ammoniaca è stata prodotta, grazie all'uso del processo del credito (a livello industriale) durante lo sviluppo della prima guerra mondiale, per la fabbricazione di esplosivi .

È importante sottolineare il fatto che grazie a questa invenzione Fritz Haber meritava nel 1918 il premio Nobel per la chimica

Raccomandato

Empleo
2020
Banner
2020
attivismo
2020