semiti

Il termine Semiti si riferisce a tutte le persone che secondo la Bibbia discendono da Sem, figlio di Noè . I popoli semiti sono quelli stabiliti in Medio Oriente e nell'Arabia settentrionale, tra cui fenici, arabi, ebrei, aramei, ebrei ed etiopi. Molti dei quali sono scomparsi oggi.

semiti

È importante indicare che questo termine è usato solo per riferirsi al legame linguistico e culturale che esiste tra queste persone e che il concetto razziale che è stato usato con la parola Semiti è errato. Pertanto è improprio parlare di "razze" semitiche, ma si deve parlare di popoli che parlavano alcuni di questi dialetti.

I semiti sono caratterizzati dall'avere un dialetto comune, che è rappresentato dal linguaggio semitico, un aspetto che non consente l'identità di una razza tra di loro. In precedenza, erano pastori nomadi, popoli patriarcali e la poligamia era accettabile nella loro comunità. La cultura semitica è considerata una delle più antiche e influenti della cultura occidentale.

Dal diciannovesimo secolo in poi, la parola semitica è stata strettamente associata al termine ebraico, quindi ha assunto una connotazione completamente razziale; Oltre a questo e grazie agli scontri e all'ostilità nei confronti della comunità ebraica, è emerso il neologismo "antisemitismo", che promuove la discriminazione e il razzismo nei confronti degli ebrei. Vale la pena ricordare che il termine antisemitismo è stato ampiamente utilizzato dai nazisti per perseguitare e perseguitare porre fine agli ebrei.

Raccomandato

reportage
2020
Tarea
2020
invenzione
2020