semiologia

La semiologia è una scienza che si occupa dello studio dei segni nella vita sociale . Il termine è generalmente usato come sinonimo di semiotica, sebbene gli specialisti facciano delle distinzioni tra i due.

semiologia

Si può dire che la semiologia si occupa di tutti gli studi relativi all'analisi dei segni, sia linguistici (legati alla semantica e alla scrittura) che semiotici (segni umani e naturali).

Lo svizzero Ferdinand de Saussure (1857-1913) fu uno dei principali teorici del segno linguistico, definendolo l'associazione più importante nella comunicazione umana. Per Saussure, il segno è costituito da un significante ( un'immagine acustica) e un significato (l'idea principale che abbiamo in mente riguardo a qualsiasi parola).

Da parte sua, l'americano Charles Peirce (1839-1914) ha definito il segno come un'entità tripartita, con un significante (supporto materiale), un significato (l'immagine mentale) e un referente (l'oggetto reale o immaginario che allude al segno ).

Due autori sono di vitale importanza in ciò che è la semiologia, ma non sono i soli perché nel corso della storia ce ne sono stati altri che hanno lasciato il segno profondo su questa disciplina. Questo sarebbe il caso, ad esempio, del francese Roland Barthes che lasciò in eredità importanti teorie e opere successive su questo, come il libro intitolato "Elements of Semiology".

In questo lavoro, ciò che chiarisce è che questa disciplina ha come pilastri e oggetti di studio tutti i sistemi di segni, indipendentemente dai loro limiti o dalle loro sostanze, e anche che gli elementi di esso sono i seguenti: frase, linguaggio, connotazione, paradigma, significante, significato e denotazione.

Allo stesso modo, un'altra figura importante nel campo della semiotica e della semiologia è il noto scrittore Umberto Eco . Questo autore, noto a livello più popolare per romanzi interessanti come "Il nome della rosa" (1980) o "Foucault's Pendulum" (1988), che ha anche svolto un ruolo chiave nella disciplina che ci riguarda attraverso dai suoi studi sui sistemi di significato.

La semiologia indica che il segno linguistico ha quattro caratteristiche fondamentali, che sono arbitrarietà, linearità, immutabilità e mutabilità.

Tra i rami della semiologia vi sono la semiologia clinica (in medicina, lo studio dei segni attraverso i quali si manifesta la malattia), lo zoosemiotico (scambio di segnali tra animali), la semiotica culturale (studio dei sistemi di significato creati da una cultura) e semiotica estetica (lo studio dei livelli di lettura di opere d'arte di varie tecniche o discipline).

Raccomandato

ipertesto
2020
Glucagón
2020
Donazione di capitale
2020