scultura

Scolpire è l'arte di creare forme figurative o astratte, sia indipendenti che in rilievo; queste forme sono chiamate sculture. Insieme a pittura, architettura, musica, poesia e danza, è una delle manifestazioni artistiche delle arti plastiche o visive . Le opere scultoree sono espresse attraverso forme solide, reali, volumetriche, poiché occupano uno spazio tridimensionale: sono alte, larghe e profonde, in modo che il volume e la massa possano essere toccati, circondati e visualizzati da qualsiasi angolazione.

scultura

Che cos'è una scultura

È l' arte di formare una figura usando diverse tecniche e materiali solidi, che è anche chiamata scultura. L'artista che lo esegue è chiamato "scultore", che esprime idee, sentimenti e altre espressioni in esso per l'ammirazione di coloro che apprezzano questa arte.

La definizione di scultura indica che l'uso di materiali e tecniche per la sua creazione ha sviluppato correnti e stili nel tempo, che hanno segnato un'epoca e sono state una delle manifestazioni più iconiche delle diverse generazioni. Le tecniche e i metodi sono anche influenzati dai valori, dalle idee, dai giudizi e dalle concezioni di ogni epoca e spazio geografico.

È considerata una delle belle arti, insieme ad architettura, musica, danza, poesia, tra gli altri, essendo una manifestazione delle arti visive o plastiche, e la sua materializzazione è considerata la mostra dell'immaginazione dello scultore e si distingue per la sua tridimensionalidad; cioè, può essere visto da diverse angolazioni, dal momento che ha volume, a differenza delle immagini.

Il tema predominante della scultura è la rappresentazione della figura umana, poiché anche le immagini degli dei hanno avuto un aspetto antropomorfo. Secondo ciascuna cultura, è stata data una rappresentazione di ciò che il corpo ideale dovrebbe essere in termini di aspetto e proporzione, che ha dato origine a standard o canoni noti.

Per la realizzazione dello stesso, vengono utilizzati materiali diversi che determinano l'aspetto, la trama e altri aspetti fisici dello stesso, ma hanno anche riflesso l' intenzione dell'artista. Sono usati da soli o in combinazione e tra questi hai:

  • L'argilla, che è facile da modellare e comprende naturale, rosso, palla, bentonite, refrattario e gres.
  • La pietra, che essendo un materiale rigido, richiede strumenti per funzionare; Tra i più noti ci sono calcare, marmo, alabastro, granito, quarzo e giada.
  • Stucco, che è una pasta contenente una combinazione di sabbia, calce, polvere di marmo e un tipo di colla.
  • Metallo, che esalta la bellezza e l'eleganza dell'opera . Tra i più usati dagli scultori ci sono oro, rame, bronzo, argento, acciaio corten o ferro.
  • Il legno, che è un tipo di materiale con buone proprietà fisiche con cui lavorare, poiché, nonostante sia un materiale rigido, con l'aiuto degli strumenti corretti, può essere facilmente maneggiato.
  • L'avorio, che è un materiale rigido, genera anche polemiche per la sua origine, che sono le zanne di animali, in particolare gli elefanti.
  • Il calcestruzzo, che è un materiale economico, viene prodotto versando materiale solido in uno stampo in gesso.

A cosa serve una scultura?

Per parlare di cosa sia la scultura, anche le sue funzioni devono essere prese in considerazione. Inizialmente, non avevano una funzione oltre a quella del loro uso immediato, tuttavia in seguito sono state attribuite loro altre funzioni e usi. Alcuni di questi sono i seguenti:

1. Religioso: questo tipo di manifestazione artistica è stata usata come manifestazione di credenze spirituali, religiose e persino magiche, in cui la scultura è stata l' icona della divinità venerata. Ciò significa che alla statua stessa vengono attribuiti i poteri divini dell'idolo che rappresentano, trascendendo l'aspetto materiale dell'oggetto e trasportando il credente sul piano spirituale.

Nella storia sono state fatte rappresentazioni di autorità spirituali come Cristo o Buddha, è necessario sottolineare il fatto che queste immagini di sculture fanno parte dei rituali della pratica religiosa. Inoltre, c'erano altri tipi di opere il cui scopo era magico e simbolico, come gli amuleti, che avrebbero dovuto portare fortuna.

2. Commemorativo: questa funzione è quella di esaltare la figura di un personaggio importante, le sue opere o alcuni fatti di interesse storico nella regione in cui si trova, dando loro valore e significato. Questo tipo di manifestazione artistica è esposto in luoghi pubblici alla portata di tutta la popolazione e cerca di immortalare il personaggio che si incarna in esso o la situazione in cui narra e ciò che rappresenta.

3. Funeral Home: utilizzato come parte del promemoria di una persona di grande importanza . Prova di ciò sono i mausolei e i monumenti della scultura barocca o romana.

4. Estetica: o ornamentale, per la decorazione o l' abbellimento di uno spazio, che rappresenta la bellezza e gli ideali del tempo, e può essere per uso privato o pubblico e può essere accompagnato da una qualsiasi delle altre funzioni. Le sculture astratte del XX secolo svolgono questa funzione e la scultura del Rinascimento, oltre ad essere estetica, è stata utilizzata come investimento economico, poiché sono state raccolte, il che ha dato un certo prestigio a coloro che le possedevano.

5. Didattica: nella storia dell'uomo, ci sono stati un numero infinito di persone non istruite e analfabete, motivo per cui, attraverso queste opere, sono state illustrate su alcuni aspetti culturali e religiosi. Queste opere sono usate per narrare parte della storia o delle mitologie e i cui insegnamenti potrebbero essere trasmessi di generazione in generazione.

Tipi di scultura

scultura

Esistono tipi di sculture, a seconda dei materiali con cui sono realizzate, delle tecniche utilizzate o delle loro funzioni, ma possono essere raggruppate in due principali: statuario, che è uno che non dipende da altri elementi (non fa parte di un'opera, ma di per sé, le statue sono il lavoro) e che presenta anche caratteristiche tridimensionali; e l'ornamentale, che funge da elemento supplementare per l'architettura e la statuaria. Appartengono a questi due gruppi, si distinguono:

Scultura alla rinfusa

Questo tipo di scultura è anche chiamata statua o immagine, che può essere vista da qualsiasi angolazione, in quanto ha tridimensionalità ed è stata lavorata su tutte le sue parti, ad eccezione della base.

Inizialmente, queste opere facevano parte di elementi architettonici come accessori decorativi, essendo incorporate in una o più pareti, come sculture a metà massa; ma quando nacque la scultura libera, questi si staccarono dalle colonne e da altri elementi architettonici che li limitavano nella forma e nella visualizzazione.

Si caratterizzano per essere presentati in dimensioni naturali o più grandi a seconda dell'intenzione o del messaggio da trasmettere, mentre quelli di media massa sono, in generale, di proporzioni minori. Se è una rappresentazione di una figura umana, vengono chiamate statue, in cui spicca la scultura greca; ma se è una rappresentazione di una figura divina per un culto religioso, sono chiamati un'immagine.

Secondo la parte del corpo rappresentata, sono classificati in:

  • Busto (solo testa).
  • Torso (senza testa o arti).

Secondo la loro posizione, sono classificati in:

  • Sedente (dove la figura appare seduta).
  • Sdraiato (sdraiato).
  • Pregare (in ginocchio).
  • Equestre (la figura umana o la divinità appare montata su un cavallo).

busto

Questo è un tipo di fascio rotondo, in cui sono fatti solo la testa e le spalle e parte del torace o solo la testa, in modo che possano avere un personaggio ritratto. I romani hanno reso popolare questo tipo di statua, usandola per migliorare l'importanza delle sue figure di spicco, usando materiali così resistenti che alcuni esistono ancora oggi. Il busto, come lo descrive la statuaria, è considerato un lavoro completo e non il frammento di uno.

Tra i busti, esiste un tipo particolare chiamato "geminado", che consiste nelle facce di due personaggi diversi, disposti uno con le spalle all'altro e uniti dalla parte superiore della testa.

equestre

Questi tipi di statue sono caratterizzati dalla presentazione di un uomo a cavallo e di solito sono monarchi o figure militari, che vengono onorati attraverso questa manifestazione artistica.

Resta inteso in questo tipo di statue, che se il destriero ha entrambe le zampe anteriori sospese in aria, il cavaliere che lo guida muore in pieno combattimento; se ha solo una gamba sospesa, è morto a causa di una ferita da battaglia, ma la morte non è avvenuta nel campo; e che se il cavallo ha tutte e quattro le gambe appoggiate a terra, il cavaliere è morto per cause naturali o per un'altra ragione.

Tuttavia, questa regola non è del tutto vera, essendo un mito, poiché per ragioni estetiche questo canone può essere ovviato o adattato a ciò che lo scultore vuole catturare; Inoltre, molte di queste figure sono state realizzate mentre il personaggio onorato era ancora vivo. Ci sono anche statue dello stesso personaggio con diversi numeri di zampe di cavallo nell'aria.

Rilievo scultoreo

Questo consiste nel processo in cui le superfici sono sottoposte per raggiungere il volume, in modo che possano essere viste dalla stessa angolazione . Questo tipo di figura è integrato con un'arte di sfondo, parete o arredamento, a cui è attaccato, che a sua volta appartiene a un'opera architettonica più completa. È tridimensionale, tuttavia, può essere visto solo da un angolo frontale.

Esistono quattro tipi di rilievi: l'alto rilievo, dove le immagini scultoree sporgono dal piano in cui sono scolpite in più della metà del loro spessore; il mezzo rilievo, che si distingue in misura minore rispetto al rilievo elevato; il bassorilievo, dove è scolpito tagliando il fondo della base e sporgendo meno della metà; e il rilievo scavato o vuoto, che le figure non sporgono dal piano di fondo e, di fatto, sono affondate rispetto al piano di base.

Questo tipo di arte si trova nella decorazione dei templi e vengono utilizzati per mettere in scena un evento isolato o narrare una sequenza.

Scultura mobile

scultura

Questo tipo di rappresentazione scultorea è caratterizzato dal fatto che i pezzi che lo compongono possono muoversi e persino produrre suoni. Sono sculture astratte, le cui parti mobili sono guidate da sistemi meccanici, motori o vento.

Il movimento caratteristico di queste opere crea diverse prospettive ed esperienze visive e appartiene all'arte cinetica, poiché è la corrente in cui le opere (sia scultoree che pittoriche ) hanno movimento o danno l'illusione di averlo.

Quali sono le tecniche scultoree più popolari

Per la creazione di opere scultoree, esistono diverse tecniche in base ai materiali che le compongono . Gli strumenti utilizzati varieranno in base al metodo di esecuzione dell'opera e saranno determinati dall'intenzione dello scultore. Ad esempio, per lavorare con materiali come argilla o argilla da modellare, sarà necessario un metodo manuale; mentre per materiali duri come pietra o legno, l'intaglio è l'opzione migliore.

Alcune di queste tecniche sono scultura, scultura, modellazione, fusione, assemblaggio, goffratura, intarsio, incisione e fustellatura, tra gli altri.

scolpito

Questa tecnica consiste nell'eliminazione di parti molto piccole nel blocco del materiale che viene lavorato fino ad ottenere la figura desiderata e viene eseguita con strumenti come scalpelli, seghe, scalpelli, punzoni, martelli, dischi diamantati e widia.

I materiali che richiedono questa tecnica possono essere poveri bronzi, che contengono un alto grado di rame; calcestruzzo; e pietre, in particolare marmo. C'è una scultura Maya, che è i glifi, dove questa tecnica è stata applicata da quella cultura.

intaglio

Questa tecnica, come nella scultura, consiste nel rimuovere le particelle dal blocco del materiale, usando gli stessi strumenti, così come la carta vetrata, e con la differenza che questo viene fatto sul legno .

modellismo

Si riferisce alla tecnica di modellare manualmente una pasta, aggiungendone o rimuovendone una parte, fino ad ottenere la forma desiderata. Questa tecnica viene solitamente applicata a materiali morbidi, che possono essere bagnati con intonaco o altro materiale da cui è possibile rimuovere gli stampi.

I materiali che di solito vengono lavorati con questo metodo sono: l' argilla da modellare, che viene gestita con le mani e piccole spatole, e viene utilizzata per fare schizzi, anche se nell'animazione piccole sculture di plastilina vengono utilizzate per realizzare film o cortometraggi; la cera, utilizzata come materiale complementare per realizzare prototipi o schizzi, anche se negli ultimi anni sono state create statue da questo materiale, e viene lavorato con l'aiuto di raschietti e lime; e argilla, che può essere utilizzata con tecniche aggiuntive, come l'applicazione di calore o pressione.

fonderia

Consiste nello scioglimento del materiale con cui verrà eseguita l'opera scultorea, che verrà depositato in forma liquida in uno stampo di colata e raggiungerà il lavoro desiderato mediante raffreddamento e tempra. I materiali che vengono generalmente utilizzati in questa tecnica sono metalli, come bronzo, argento, oro o rame.

montaggio

Ciò consiste nell'integrazione dei pezzi che compongono un'opera scultorea, per ottenere una composizione risultante, e può essere eseguita con colle, chiodi, viti, dadi o qualsiasi altro elemento a seconda del materiale utilizzato.

Le sculture famose più popolari

scultura

Secondo la sua tecnica, i materiali, la qualità, ci sono state opere scultoree nella storia la cui durata nel tempo è stata notevole, così come la loro imposizione, originalità o significato.

Tra le sculture famose più conosciute in tutto il mondo e di epoche diverse, si possono evidenziare:

1. Scultura in serie

a) David

  • Autore: Miguel Ángel Buonarotti.
  • Epoca: 1501 ~ 1504.
  • Materiale: marmo bianco.

b) Venere di Milo

  • Autore: sconosciuto, ma si presume che sia opera di Alejandro de Antioquia.
  • Epoca: 130 ~ 100 a.C.
  • Materiale: marmo bianco.

c) Statua della libertà

  • Autore: scultore Frédéric Auguste Bartholdi e ingegnere Alexandre Gustave Eiffel.
  • Periodo: 1886.
  • Materiale: rame.

2. Busto

a) busto di Nefertiti

  • Autore: Tutmose o Dyehutymose.
  • Periodo: 1345 a.C.
  • Materiale: calcare e gesso.

b) Torso beveldere

  • Autore: Apollonio di Atene.
  • Periodo: II secolo a.C.
  • Materiale: marmo

3. Equestre

a) Statua di Marco Aurelio

  • Autore: sconosciuto.
  • Periodo: 176 d.C.
  • Materiale: bronzo

b) Statua di Gengis Khan

  • Autore: scultore D. Erdembileg e architetto J. Enkhjargal.
  • Epoca: 2008.
  • Materiale: acciaio inossidabile.

4. Rilievo scultoreo

a) Fregio del Partenone

  • Autore: presumibilmente Fidia.
  • Periodo: 443 ~ 438 a.C.
  • Materiale: marmo pentelico.

b) Rilievi dell'Arco di Trionfo

  • Autore: Jean-François-Thérèse Chalgrin, François Rude.
  • Periodo: 1806-1836.
  • Materiale: pietra

5. Scultura mobile

a) Sfera di Caracas

  • Autore: Jesús Soto.
  • Periodo: 1974.
  • Materiale: formica e plexiglass.

b) I quattro elementi

  • Autore: Alexander Calder.
  • Epoca: 2005.
  • Materiale: metallo

Raccomandato

Artículo Científico
2020
matematico
2020
faraone
2020