Schizzi

Squirting è una parola inglese che significa "lanciare un jet" ma nelle nuove tendenze del "gergo sessuale" è stato chiamato in questo modo per l'eiaculazione femminile. L'uso del termine deriva dalle forti espulsioni che una donna riesce a eseguire involontariamente durante un orgasmo. Lo squirting non è l'espulsione di un particolare liquido, ma potrebbe essere una combinazione di urina e perdite vaginali (liquido secreto dalla ghiandola Skene) che lubrifica la cavità vaginale per facilitare l'ingresso del pene al momento del rapporto volontario e consapevole.

Schizzi

Ora, al di là della questione scientifica che può comportare lo squirting, questo è in pratica un tema erotico che si è sviluppato nelle comunità sessuali e pornografiche della società . Lo squirting è il prodotto di un massimo climax di piacere, quindi nelle scene di sesso si cerca che la donna raggiunga l'orgasmo, una conseguenza immediata di questo piacere è l'eiaculazione liquida, un cocktail composto dalla mucosa che riveste le pareti interne di la vagina, con una sostanza simile allo sperma presente solo negli atti sessuali.

Quando appare l'urina, può essere un sintomo di stress durante il rapporto sessuale, la vescica viene stretta al massimo, riempiendosi della sua massima capacità di urina ed espellendola dal rilassamento involontario dei muscoli e dello sfintere nell'orgasmo.

Il modo in cui si ottiene un orgasmo e quindi uno Squirting è stimolando il punto G, un'area della cavità genitale che prende il nome dallo scienziato (punto di Gräfenberg) che lo ha scoperto in cui si suppone sia raggiunto il massimo piacere sessuale. .

Raccomandato

Indización
2020
Piccole imprese
2020
grafologia
2020