salsedine

È il contenuto di sale disciolto in uno specchio d'acqua . In altre parole, l'espressione salinità è valida per riferirsi al contenuto salino nei suoli o nell'acqua. Il sapore salato dell'acqua è dovuto al fatto che contiene cloruro di sodio . La percentuale media esistente negli oceani è del 10, 9% (35 grammi per ogni litro di acqua). Inoltre, questa salinità varia in base all'intensità dell'evaporazione o il contributo di acqua dolce dai fiumi aumenta in relazione alla quantità di acqua. L'azione e l' effetto della salinità variabile si chiama salatura.

salsedine

La salinità è stata definita nel 1902 come la quantità totale in grammi di sostanze disciolte contenute in un chilogrammo di acqua di mare, se tutti i carbonati sono convertiti in ossidi, tutti i bromuri e gli ioduri in cloruri e tutte le sostanze organiche sono state ossidato.

La salinità è un fattore ambientale di grande importanza e determina in gran parte i tipi di organismi che possono vivere in un corpo idrico . Le piante adattate alle condizioni saline sono chiamate alofite . Alcuni organismi (principalmente batteri) che possono vivere in condizioni altamente saline sono classificati da alofili a esofili. Un organismo che può vivere in una vasta gamma di salinità si dice che sia eurialina.

Fonti naturali:

  • Acqua piovana : questo tipo di acqua ha una soluzione tra 5 e 30 mg / L di sali, il che implica una conduttività elettrica tra 8 e 50 dS / m e può raggiungere 50 mg / L nelle aree costiere (80 dS / m).
  • Origine del suolo: vari minerali nel suolo possono contribuire con notevoli quantità di sali alla soluzione del suolo. Ad esempio, nelle aree aride e semi-aride questi sali possono provenire da minerali di origine evaporitica come alcuni cloruri, solfati e carbonati.
  • Sali fossili: la sua formazione si è verificata in condizioni ambientali che hanno favorito la concentrazione e la conseguente precipitazione di sali dalle acque di origine marina o continentale. Un chiaro esempio può essere visto nella parte centrale della depressione del fiume Ebro, nella regione di Monegros (Aragona, Spagna).
  • Acque sotterranee: in generale; hanno una concentrazione salina più elevata rispetto alle acque superficiali, principalmente per due motivi: contatto prolungato, in condizioni favorevoli, con i minerali delle rocce, nonché contatto con le masse di acqua salina marina (intrusione marina) nelle zone costiere . Nelle aree in cui i livelli delle falde acquifere sono elevati, le colture possono ricevere contributi significativi di sali nella zona della radice, il che può portare a una salinizzazione significativa del suolo.

Raccomandato

glicemia
2020
naso
2020
Cupcake Android
2020