Rivoluzione industriale

La rivoluzione industriale è intesa come il movimento e il cambiamento che l'invenzione e l'applicazione delle macchine all'industria hanno portato all'ordine industriale ed economico . Da quel momento in poi, le vite degli uomini, le strutture sociali e le relazioni internazionali hanno subito una trasformazione radicale. Non è stato un evento che è apparso all'improvviso o inaspettatamente, al contrario è stato un lungo processo di molti anni. La sua completa evoluzione è durata quasi due secoli e le sue origini risalgono alla metà del XVIII secolo in Inghilterra, per poi passare all'Europa occidentale, a cominciare da Paesi Bassi e Francia, e successivamente Germania, Spagna, Italia, Stati Uniti, tra gli altri.

Rivoluzione industriale

L'industrializzazione fu una diretta conseguenza dello sviluppo del modo di produzione capitalistico, una volta esaurite le possibilità del mercantilismo. La concentrazione di grandi capitali ha permesso di fare immensi investimenti nella produzione delle macchine . L'industrializzazione ha portato a una completa rottura del precedente sistema economico, basato sull'agricoltura, e l'economia è diventata quindi dipendente dalla produzione e dall'industria. La ricerca di maggiori vantaggi nelle aziende industriali si è concretizzata principalmente nell'invenzione di macchine progettate per semplificare i processi di produzione e lo sfruttamento di nuove fonti di energia, più economiche ed efficienti .

Le nuove macchine furono introdotte per la prima volta nelle officine tessili (la navetta, i torni, il telaio meccanico, la macchina per cucire), ma presto furono estese anche all'industria siderurgica, specialmente dopo la scoperta del motore a vapore., che a sua volta ha portato all'invenzione della ferrovia e delle navi alimentate da questa forma di energia. Fu dal 1830 che l'industria siderurgica raggiunse la sua grande espansione con l' uso di carbone minerale come combustibile (fornaci a riverbero, martello a vapore) e per l'enorme quantità di ferro necessaria per la costruzione di ferrovie in tutta Europa.

La rivoluzione industriale ha portato come conseguenza l' aumento del reddito nazionale pro capite, la concentrazione dei mezzi di produzione nelle mani di un piccolo gruppo di società, la borghesia, anche finalizzata a controllare il potere dello Stato.

Inoltre, ha permesso l'espansione della popolazione, lo sviluppo delle comunicazioni e l'elevazione del tenore di vita e di lavoro . Tuttavia, nelle sue prime fasi di industrializzazione, vi fu una riduzione del potere d'acquisto dei lavoratori e una perdita di qualità nel loro tenore di vita.

Raccomandato

Paleontología
2020
alpinismo
2020
l'outsourcing
2020