riconciliazione

In termini generali, una riconciliazione significa la riconquista di amicizia, amore e comprensione tra due o più parti che si affrontano. La parola riconciliazione deriva dal latino "reconciliare" che significa "riconciliare, recuperare". All'inizio questo termine era usato per riferirsi al legame tra Dio e gli uomini, che causò una trasformazione nel modo in cui gli uomini si collegavano.

Gli esperti di conflittologia ritengono che la riconciliazione rappresenti un processo in cui le parti coinvolte nel conflitto iniziano una relazione che li conduce a una comunicazione in cui vengono riconosciuti i difetti e vengono stabilite le basi per un presunto accordo.

riconciliazione

La riconciliazione salva le capacità derivanti dal perdono e dalla comprensione dei fatti e dal ripristino delle capacità affettive.

Questa riconciliazione è qualcosa che emerge molto nelle relazioni. È comune che in ogni relazione sorgano combattimenti, incomprensioni, momenti di crisi e alienazione. L'importante è che ciascuna delle parti rifletta su ciò che sta accadendo, impara a perdonare e cerca di riconciliarsi con l'altra. La riconciliazione arriva a dimostrare la capacità degli esseri umani di apprezzare obiettivamente una relazione, dando valore a tutte le cose buone e meravigliose che le persone coinvolte hanno sperimentato.

Quando in una relazione l'amore che esiste è vero, la distanza è qualcosa che produce disagio e angoscia . La riconciliazione sta fornendo una seconda possibilità a quelle persone che vogliono la pace, l'amore e quindi essere in grado di vivere in comunione con gli altri.

In termini religiosi, la riconciliazione è uno dei segni cattolici che cerca di restituire alla chiesa tutti coloro che, per determinate ragioni, si sono allontanati dalle sue dottrine. Per la chiesa, la riconciliazione è il sacramento della trasformazione, del perdono; un bellissimo atto di riavvicinamento a Gesù, che comporta il ritorno al Padre dell'uomo che si è allontanato da Lui.

Secondo la religione cattolica, la riconciliazione comprende 5 fasi:

  • Un esame di coscienza: è il riassunto che si fa internamente ai peccati.
  • Pentimento: si sente in colpa per i peccati commessi.
  • Contrizione: si tratta dell'intenzione di compensare tutto ciò che è stato fatto nella vita in modo negativo, per tutti i peccati commessi e di non ripeterli.
  • Confessione: in questa fase si manifestano i peccati, di fronte a un sacerdote che, secondo la dottrina cattolica, è la persona con il potere di assolvere i peccati. I sacerdoti non possono mai rivelare ciò che è stato detto in confessione.

Raccomandato

Efector
2020
predicazione
2020
Semplice omicidio
2020