razionalismo

Il razionalismo è definito come un movimento filosofico, che si è sviluppato in Europa (Francia) tra il XVII e il XVIII secolo. Il suo creatore fu René Descartes. Questa tendenza filosofica si basa sulla ragione come causa primaria per l'acquisizione della conoscenza. L'idea del razionalismo è contraria all'empirismo, che si basa sull'esperienza e sulla pratica . Cartesio sosteneva la teoria secondo cui solo la ragione poteva rivelare realtà universali e che ciò poteva accadere perché queste realtà erano naturali e non derivavano da esperienze precedenti.

razionalismo

Tra le caratteristiche primordiali con le quali l'approccio razionalista può essere sintetizzato è che, insieme all'empirismo, hanno servito come base per l'emergere di un altro movimento chiamato l' Illuminismo, anche il meccanismo dell'universo, della creazione di dottrine come fatalismo, platonismo epistemologico e atomismo. Così come l'uso del metodo logico-matematico per spiegare il ragionamento.

Il termine razionalismo sostiene che la base di conoscenza si concentra sulla ragione, confutando l'idea dei sensi, poiché possono portare a errori. Difende le scienze esatte, ad esempio la matematica, usando il metodo deduttivo, come meccanismo principale per raggiungere la vera comprensione.

Nell'etica il razionalismo è l'affermazione che i principi morali sono naturali per l'essere umano e che questi principi sono indiscutibili in se stessi per la facoltà razionale. Nella filosofia della religione viene ratificato che le idee fondamentali della religione sono naturali in se stesse e che la rivelazione non è necessaria. Questo approccio ha portato il razionalismo ad adottare un ruolo anti-religioso.

Raccomandato

valore
2020
Assassino seriale
2020
monopolio
2020