pus

Etimologicamente la parola pus deriva dal latino "pus" che significa "sporcizia" . Il pus è un denso liquido di colore bianco, verdastro o giallastro che viene prodotto nei tessuti infetti o infiammati e scorre dalle ferite, questo è composto da leucociti, cellule morte, siero, oltre ad altre sostanze; in altre parole, è una reazione dell'organismo a un'infezione, generalmente di tipo batterico . Il pus può formarsi in diverse aree del corpo, può causare determinate condizioni come febbre, tremori, dolore nella zona interessata, brividi e arrossamenti in quella zona.

pus

Questo fluido è prodotto da globuli bianchi morti o vivi che si spostano negli spazi intercellulari attorno alle cellule interessate . Un chiaro esempio in cui si verifica questa suppurazione è in una pustola o un brufolo in cui questo liquido si forma sotto l'epidermide, ma anche in un ascesso possiamo trovare accumulo di pus in un tessuto chiuso, che di solito si verifica a causa di un'infezione batterica o parassitaria. . L'acne che si sviluppa a causa dell'accumulo di cellule morte e di alcune secrezioni sebacee che coprono i follicoli piliferi, può generare pus, quando appare un agente batterico che è responsabile dell'infezione dei pori e che aiuta la diffusione dei brufoli; Va notato che molte volte quando una persona schiaccia un brufolo con il pus e fa sì che questo liquido lasci il tessuto infiammato, può causare lesioni cutanee, cicatrici e persino nuove infezioni.

In alcune malattie c'è la presenza di pus senza che sia causata da un'infezione, questi sono quelli che si verificano con necrosi tissutale o accumulo di tessuto morto, come la psoriasi o la melanosi pustolosa neonatale transitoria.

Raccomandato

Empleo
2020
Banner
2020
attivismo
2020