Psicologia del lavoro

La psicologia del lavoro, nota anche come psicologia del lavoro e delle organizzazioni, è lo studio del comportamento umano in un contesto aziendale . Si tratta della costante analisi dell'essere umano e di come si sviluppa nella sua area di lavoro, lavorando a livello individuale, di gruppo e organizzativo. I suoi obiettivi sono chiari: deve descrivere, spiegare e prevedere il comportamento dei dipendenti dell'azienda, al fine di fare spazio a soluzioni pratiche ai problemi che si presentano, oltre a migliorare le prestazioni lavorative e fornire ai dipendenti gli strumenti necessari per possono svilupparsi personalmente e migliorare la loro vita lavorativa.

Psicologia del lavoro

All'interno di ciò che è la psicologia del lavoro, la psicologia del lavoro e la psicologia organizzativa sono coinvolte. Sebbene entrambi vengano applicati nello stesso campo, presentano differenze importanti . Ciò è evidente negli obiettivi che ognuno vuole raggiungere; Pertanto, il primo sarebbe incaricato delle esperienze e dei compiti del lavoratore, conflitti che avrebbero ogni giorno lavorativo, oltre alla possibile presenza di sindrome da burn-out (risposta prolungata allo stress). D'altra parte, l'organizzazione cerca di concentrarsi un po 'oltre il lavoratore, ma senza trascurarlo, stabilendo chiari legami tra lui e l'azienda.

Nella psicologia dei dipendenti, ci sono tre punti specifici di analisi, tra cui: l'analisi dell'occupazione, in cui viene raccolta una quantità importante di informazioni sui compiti e i doveri che devono essere adempiuti, nonché le competenze necessarie per entrare; l'assunzione e la selezione del personale, ovvero l'identificazione di candidati idonei per la posizione offerta; valutazione delle prestazioni, in cui vengono testate le prestazioni del dipendente e viene fornita una valutazione adeguata.

Raccomandato

punteggio
2020
video
2020
testamentaria
2020