Pronomi riflettenti

Sono quei pronomi che possono funzionare come soggetti, ma che esercitano anche un'azione verbale. Fondamentalmente, nel suo uso si può parlare di due o più soggetti, che stanno eseguendo, allo stesso tempo, un'azione; per esempio: "Mi sono comprato un bel vestito rosa", nella frase "I" sarebbe il pronome riflessivo, che, come precedentemente affermato, sta nominando il soggetto (coniugato in prima persona), proprio come ha annunciato l'azione sta eseguendo, l' azione verbale sta cadendo su se stessa.

Pronomi riflettenti

È ampiamente usato nel linguaggio di tutti i giorni, essendo più usato come metodo per abbreviare le frasi, in qualche modo per rendere la conversazione più fluida . Per ogni coniugazione secondo la persona, esiste una media di due o tre pronomi per sezione, con un totale di 5 utilizzati. Per la prima persona "io" sarebbe il pronome per il singolare, quindi "noi" è il plurale; Alcuni esempi sono: "Mi sono preso la briga di controllare l'e-mail, sostituendo Gillian", "Una giornata impegnativa mi sta aspettando", "Io e Angelina, adoriamo truccarci", "Mike e io andiamo a festeggiare ogni fine settimana della settimana ".

Nella seconda persona, nel frattempo, hai il pronome "te" per il singolare e "se" per il plurale, oltre a te e te; Esempi del suo utilizzo sono: "Perché parti così presto, Maria?", "Starai con mia sorella, in modo che possa godere di più conforto", "Ti sei divertito tanto quanto una farfalla libera". Per la terza persona esiste un solo pronome riflessivo: "essere", e funziona per tutti i suoi membri ; per esempio: "è caduto dalla bicicletta", "voleva suicidarsi", "volevano solo andare" .

Raccomandato

Olivo
2020
biografia
2020
Carnaval
2020