policarbonato

I materiali plastici in policarbonato (PC) sono termoplastici amorfi naturalmente trasparenti . Sebbene disponibile in commercio in vari colori (forse traslucido e forse no), la materia prima consente la trasmissione della luce interna quasi nella stessa capacità del vetro. I polimeri di policarbonato vengono utilizzati per produrre una varietà di materiali e sono particolarmente utili quando la resistenza agli urti e / o la trasparenza sono requisiti del prodotto (ad esempio, nel vetro antiproiettile ).

policarbonato

Il PC è comunemente usato per lenti in plastica in occhiali, dispositivi medici, componenti automobilistici, dispositivi di protezione, serre, dischi digitali (CD, DVD e Blu-ray) e accessori per l'illuminazione esterna. Il policarbonato ha anche un'ottima resistenza al calore e può essere combinato con materiali ignifughi senza un significativo degrado del materiale. Le materie plastiche in policarbonato sono tecnopolimeri nel senso che sono tipicamente utilizzate per materiali più robusti e capaci, come superfici "simil vetro" resistenti agli urti.

Un'altra caratteristica del policarbonato è che è molto flessibile. In genere può formarsi a temperatura ambiente senza crepe o rotture, simile al foglio di alluminio. Sebbene la deformazione possa essere semplificata con l'applicazione del calore, anche senza angoli angolari è possibile senza di essa. Questa caratteristica rende le lastre in policarbonato particolarmente utili nelle applicazioni di prototipazione in cui la lamiera non è praticabile (ad esempio, quando è richiesta trasparenza o quando è richiesto un materiale non conduttivo con buone proprietà di isolamento elettrico).

Ora che sai a cosa serve, puoi esaminare alcune delle proprietà chiave del policarbonato. Il PC è classificato come "termoplastico" (al contrario di "termoindurente") e il nome ha a che fare con il modo in cui la plastica risponde al calore. I materiali termoplastici diventano liquidi al loro punto di fusione (155 gradi Celsius nel caso del policarbonato). Un importante attributo utile sui termoplastici è che possono essere riscaldati al loro punto di fusione, raffreddati e riscaldati di nuovo senza un degrado significativo. Invece di bruciare, i materiali termoplastici come il policarbonato si liquefanno, consentendo loro di essere facilmente stampati ad iniezione e poi riciclati in seguito.

Il policarbonato è anche un materiale amorfo, il che significa che non presenta le caratteristiche ordinate dei solidi cristallini . Le materie plastiche amorfe in genere mostrano una tendenza ad ammorbidirsi gradualmente (ovvero hanno un intervallo più ampio tra la loro temperatura di transizione vetrosa e il punto di fusione) piuttosto che mostrare una netta transizione dal solido al liquido come nel caso dei polimeri cristallini . Copolimero in quanto è composto da diversi tipi di monomeri diversi in combinazione tra loro.

Raccomandato

metronomo
2020
Fisiologia animale
2020
roba
2020