Pittura astratta

È definita come la manifestazione dell'arte astratta nella pittura, cioè la pittura ha l' astrazione come tema principale. È considerato astratto se non rappresenta, in alcun senso, la pittura figurativa, in cui le scene sono rappresentate come sono osservate dal pittore, senza alcuna alterazione. Questo tipo di arte è degna di analisi da parte dell'osservatore, poiché non è possibile percepire scene concrete, in quanto è un campione di sentimenti che si riflettono lì. Ha una vasta gamma di tecniche con cui è rappresentato, prendendo come esempio l' astrazione geometrica e cromatica: nella prima vengono impiegate risorse come il cubismo astratto e nella seconda il sincronismo.

Pittura astratta

Vasili Kandinski fu uno dei pionieri che decisero di dipingere una certa azione, ma senza avere un oggetto che la rappresentasse in modo esterno; Un concetto molto simile era quello di Umberto Boccioni, che affermava: "Il mio ideale era un'arte che esprimesse l'idea del sogno senza rappresentare una cosa che dorme" . La pittura geometrica astratta ha avuto inizio nel Suprematismo, di Kasimir Malévich, e creazioni astratte di alcuni artisti. In questo modo il dipinto terminò la sua creazione, includendo una varietà di tecniche e stili, accompagnato da molte idee, tanto che negli anni fu perfezionato, considerato oggi "arte moderna", lasciando da parte completamente l'arte figurativa che ha regnato per gran parte della storia .

Alcuni degli stili più noti dell'astrattismo sono: pittura astratta lirica, pittura astratta oggettiva, pittura astratta percettiva, pittura astratta post-pittorica e pittura astratta non figurativa.

Raccomandato

incidente
2020
Equità di genere
2020
previsione
2020