perversione

Questo termine si riferisce all'atto di pervertire o pervertire, cioè acquisire una serie di vizi e costumi che possono essere facilmente biasimati dall'ambiente, sia sociale che familiare. Allo stesso modo, si tratterebbe di modificare l' ordine in una situazione o spazio. Avere una marcata inclinazione verso gli istinti più bassi e più innaturali dell'umanità è considerato un segno di perversione. In alcune occasioni, la perversione viene usata con un senso sessuale, parlando di quei comportamenti che possono essere strani o, beh, dannosi, sia per l'ambiente che per coloro che ne soffrono. È importante notare che, in alcune occasioni, la depravazione è usata come sinonimo di perversione.

perversione

La parola deriva dal latino "pervertĕre", che può essere tradotto come "capovolgere". Questo, ai suoi inizi, era di uso quasi esclusivo per la psichiatria clinica classica, la psicopatologia e la sessuologia nascente. Come accennato in precedenza, sotto questo termine si rifugiarono una serie di parafilie o comportamenti sessuali devianti, come feticismo, pedofilia, esibizionismo, sadomasochismo e voyeurismo. Tuttavia, l'unica teoria psicologica che rimane fino ad oggi è quella proposta da Sigmund Freud in psicoanalisi, disposta con sfumature diverse nelle varie scuole di psicoanalisi. Attualmente, è privo del senso peggiorativo che lo caratterizzava così tanto.

La perversione può essere facilmente correlata alla decadenza, alla follia, alla mancanza di modestia e alla mancanza di controllo sui desideri più immediati dell'uomo . Droghe, sesso, golosità, dissolutezza e assunzione eccessiva di alcol sono segni che qualcuno sta pervertendo le proprie abitudini e abitudini.

Raccomandato

Paleontología
2020
alpinismo
2020
l'outsourcing
2020