passo

Il termine "passo" ha molteplici significati, l'essere più comune è quello che si riferisce al movimento che ciascuno dei piedi provoca quando si cammina. Allo stesso modo, un passo è anche lo spazio che origina tra la punta di un piede e il tallone dell'altro, quando si cammina.

Il passo è anche il nome di un'unità di lunghezza antropometrica utilizzata dai romani. Questa unità di lunghezza, a sua volta, presenta due tipi: il gradino maggiore, che era geometrico e il gradino minore, che è la metà del gradino geometrico.

passo

In fotografia, un passo è una disuguaglianza nell'esposizione del doppio o della metà. Se ti riferisci a un passaggio del diaframma, in modo che abbia il doppio o la metà della luce .

Nel contesto teatrale, un passo rappresentato nei tempi antichi, una breve opera comica che fu generalmente messa in scena durante il XVI secolo in Spagna. Questo è stato presentato come

Preambolo nei pezzi più lunghi e in quelli intermedi.

Nella religione, d'altra parte, le immagini che sfilano a Pasqua sono chiamate passaggio.

Nel contesto della danza, quando una persona fa un cambiamento con i piedi durante una danza, si dice che mostrino nuovi passi di danza

Quando deve essere eseguito qualsiasi compito o compito, è necessario che la persona si conformi a determinati passaggi in modo che possa essere eseguita in modo soddisfacente, in questo caso i passaggi saranno le indicazioni o le linee guida che una persona deve tenere a mente durante lo svolgimento di un lavoro .

Raccomandato

Paleontología
2020
alpinismo
2020
l'outsourcing
2020