Onychophagia

L'onicofagia è un'abitudine compulsiva che si esprime nel fatto che la persona che ne soffre si mangia le unghie . Nel tempo può causare lesioni fisiche multiple come problemi ai denti, deformazione della cuticola, formazione di verruche, infezioni, coinvolgimento di funghi o batteri e persino elevazione dei bordi laterali del dito.

Onychophagia

L'onicofagia è presente nelle immagini dell'ansia ed è generalmente correlata al nervosismo e allo stress. Quando questa abitudine diventa cronica (cioè si sviluppa in modo permanente), possono essere valutate alternative alla fame, alla noia o all'inattività, ma dobbiamo anche considerare la possibilità che possa essere un sintomo di un disturbo mentale o emotivo.

Nei casi più gravi, questi effetti possono persino causare la perdita totale dell'unghia . È un comportamento frequente tra i bambini e gli adolescenti che tende a scomparire in età adulta.

Nella maggior parte delle persone che non riescono a smettere di mangiare le unghie, c'è un'alterazione del sistema nervoso o uno squilibrio emotivo che può variare da casi lievi e specifici a casi cronici e patologici di grande preoccupazione. Mangiare le unghie è per molte persone una valvola di sfogo per il loro nervosismo (ansia, stress, impazienza, paura, ecc.).

L'onicofagia provoca usura sui denti e danni allo smalto a causa del costante scatto di un incisivo contro l'altro quando si morde le unghie, il che porta a un problema estetico perché i denti vengono tagliati, i denti possono eventualmente cadere e le ulcere in la cena. Tutto ciò è causato dalle punte appuntite delle unghie che possono essere contaminate.

Il morso delle unghie può influenzare la capacità di tenere gli oggetti con le mani e il senso tattile del dolore provato dalla perdita dell'unghia. Alcuni "consigli" utili Prima di fare un trattamento a domicilio o consultare uno specialista, evitare il più possibile caffè, tè, cola o bevande alcoliche, poiché tendono a provocare più ansia e nervosismo. Devi evitare l'automatismo di mangiare le unghie. La cosa più importante è prendere coscienza o vedere prima quali situazioni specifiche la persona non può evitare di mordersi le unghie.

Una volta che la situazione è localizzata (nervi, stress, noia, ecc.) Dobbiamo far cambiare la persona a quell'associazione mentale (nervi = mordere le unghie) e provare, momentaneamente, a introdurre un'altra associazione (rosicchiando un frutto, un ramo di qualche pianta medicinale, fai un respiro profondo, fai tintinnare con le dita sul tavolo, ecc.) Segui una dieta variata (frutta, verdura, cereali, latticini, carne).

Raccomandato

riproduzione
2020
viscosità
2020
911 emergenze
2020