omicidio

Etimologicamente questa parola deriva dal latino "homicidium homo" che significa uomo e "caedere" che significa uccidere. Pertanto l'omicidio si riferisce a "uccidere un essere umano" . L'omicidio è considerato un comportamento riprovevole in cui un individuo agisce contro un altro allo scopo di violare la sua vita.

omicidio

Omicidio e omicidio possono essere considerati sinonimi ma non è così, questi termini differiscono in quanto l'omicidio è privo di premeditazione, tradimento o crudeltà, elementi inclusi nel termine omicidio, poiché l'omicidio si basa sull'ottenimento di un profitto, cioè una persona può ucciderne un'altra per ricevere un risarcimento o un esempio di questo sarebbe l' assassino assunto .

L'omicidio può essere legalmente giustificato se l'atto è avvenuto a causa di autodifesa o per l'adempimento del proprio dovere, come nel caso della polizia o di un membro delle forze di sicurezza. Al termine omicidio possono essere assegnati vari nomi, questo dipenderà dal rapporto tra l'assassino e la sua vittima. Ad esempio, se la vittima è il più alto rappresentante del governo come il presidente, allora sarebbe un assassinio. Se la vittima è un parente sarebbe un parricidio .

L'omicidio è classificato come segue: omicidio intenzionale, è quando l'omicidio è intenzionale, cioè l'attaccante sa cosa sta per fare e comprende le conseguenze che il suo comportamento potrebbe avere. Omicidio colposo involontario, chiamato anche omicidio colposo e negligente poiché la persona può evitare la morte dell'altra persona ma fallisce e ciò si verifica. L'omicidio ha due tipi di soggetti: c'è il soggetto attivo, rappresentato dalla persona che compie l'azione, volontariamente o involontariamente, e il soggetto passivo, rappresentato dalla vittima.

Raccomandato

cariatide
2020
staffe
2020
Postura
2020