olocausto

Il termine Olocausto deriva dalle parole greche holo (totale) e kaio (da bruciare). In origine era un'antica cerimonia religiosa che consisteva nel sacrificare un animale, che sarebbe stato bruciato o cremato come offerta agli dei. Oggi si riferisce al genocidio sistematico e deliberato o allo sterminio di un gruppo sociale per motivi di razza o religione.

Se usato con il proprio nome, si riferisce allo sterminio degli ebrei in Europa effettuato dai nazisti nella seconda guerra mondiale. Il motivo principale di questo disastro umano è che erano considerati una razza straniera che non poteva essere integrata nella cultura europea, per alcuni erano l'incarnazione del male e l'antitesi della razza ariana (superiore al resto delle razze e destinata a dominare il mondo).

All'interno di questo genocidio si trovarono anche persone considerate "impure", che erano zingari, omosessuali, disabili, dementi, prigionieri di guerra sovietici e, in generale, chiunque considerasse una minaccia i nazisti.

Quando il regime nazionalsocialista (nazista) prese il potere in Germania nel 1933, intraprese immediatamente un'azione sistematica contro gli ebrei. Chiunque avesse una lontana discendenza ebraica veniva automaticamente considerato un ebreo, indipendentemente dal fatto che questo individuo fosse un membro della comunità religiosa ebraica o della sua città natale.

olocausto

All'inizio della seconda guerra mondiale, quasi due milioni di ebrei polacchi erano sotto il potere nazista, i ghetti furono stabiliti in tutto il territorio della Polonia, e costrinsero gli ebrei a concentrarsi lì, una volta terminato il reinsediamento, i ghetti furono isolati e isolati con una recinzione o un muro. Chiunque abbia cercato di uscire ha rischiato di essere condannato a morte o ucciso a colpi d'arma da fuoco dalle guardie sul posto.

Successivamente fu ideato un nuovo metodo di sterminio: i campi di concentramento, che fungevano da autentiche fabbriche della morte, presentavano camere a gas, dove morirono molti ebrei. Nel corso degli anni numerosi ebrei provenienti da tutta Europa (Francia, Paesi Bassi, Italia, Germania, Ungheria, Spagna, ecc.) Furono trasferiti nei campi e impiegati come manodopera nelle industrie; alcuni furono sottoposti a esperimenti medici, altri morirono di fame, malattie o esecuzioni.

La vittoria degli alleati impedisce al regime nazista di portare avanti il ​​suo programma di sterminio. Tuttavia, l'equilibrio era terrificante. Tutte le indagini e i calcoli storici concordano sul fatto che tra i cinque e i sei milioni di ebrei furono uccisi. Nonostante le importanti prove documentali sulla natura sistematica dello sterminio, alcune persone negano l'Olocausto o minimizzano il numero di omicidi prodotti.

Raccomandato

Efector
2020
abominevole
2020
vindicate
2020