oggetto

Un oggetto è inteso come qualsiasi elemento o corpo inanimato, che è quasi sempre di piccole o medie dimensioni. In altre parole, un oggetto è una cosa che può essere percepita attraverso i nostri sensi e su cui pensiamo, ma non ha una vita propria. Questa parola deriva dal latino "obiectus", costituito dal prefisso "ob" che significa sopra o sopra, più il verbo "iacere" che significa lanciare o lanciare, ed è la radice del verbo "lanciare"; nei tempi antichi la parola "obiectus" simboleggiava qualcosa di scarso valore, che poteva essere lanciato o lanciato senza preoccuparsi affatto.

oggetto

L'oggetto è anche quella materia, materia o fissazione a cui è dedicata una scienza . D'altra parte, l'oggetto è quello scopo o quel piano che porta a un'azione o esecuzione. In sintassi, parliamo di un oggetto diretto o di un complemento diretto, al quale viene direttamente ricevuta l'azione del verbo; e / o oggetto indiretto o complemento indiretto a quello che riceve l'azione del verbo del complemento diretto.

In filosofia, il lodevole che è percepito o conosciuto dall'uomo è chiamato un oggetto, che comprende se stesso. Il termine è stato introdotto per riferirsi al contenuto di un fatto intellettuale o percettivo, quindi quando si parla di un essere oggettivo, si fa riferimento al contenuto dell'anima e non a qualcosa di esterno ad esso, che esiste davvero. Cartesio e Hobbes, filosofi moderni, alterarono il concetto del termine, adattandolo al contenuto dell'atto intellettuale, ma alla cosa o elemento rappresentato, che è considerato esterno all'anima.

Raccomandato

romanticismo
2020
Lesa Humanity
2020
introspezione
2020