ode

Nella poesia lirica, le odi sono tutte composizioni intese a glorificare l'esistenza di una persona o entità divina. In passato, questo era il nome dato a tutte le composizioni di grande lunghezza o quelle che dovevano essere recitate come una canzone, accompagnate, persino, da tipici strumenti musicali dell'epoca, come la lira. Il tema di questi può variare, a seconda delle qualità che si desidera evidenziare; importanti poeti dell'antica Grecia, come Safos e Anacreonte, aiutarono a definire i temi, tra cui amore, feste, eroi e divinità; in tempi più recenti, Pablo Neruda e Garcilaso de la Vega hanno contribuito a formare l'idea dell'ode come lode, con una sottile implicazione di elementi filosofici.

ode

Nei tempi antichi spiccavano tre testi e ognuno era incaricato di coltivare, all'interno della letteratura, storie che ricreano la vita quotidiana; questi erano Safos, Anacreonte e Píndaro . Mentre Anacreon deliziava i più potenti con le sue odi al vino e ai festival, Safos era dedicato alle difficoltà e al desiderio d' amore, mentre Píndaro lodava l'Impero, gli atleti e i militari. Secoli dopo, scrittori come Neruda, Victor Hugo, Cowley e Klopstock avrebbero dato un contributo importante al genere.

Come tutte le composizioni liriche, le odi riflettono il mondo interiore dell'artista ; Questi prendono l'iniziativa di catturare le passioni più profonde su una persona, un oggetto o una figura religiosa; Vale anche la pena notare che godono di grande musicalità, soprattutto quando vengono recitati accompagnati da strumenti musicali. Tradizionalmente, le odi, essendo anche lunghe, sono divise in stanze e, queste, in versi; Tuttavia, va notato che alcune poesie potrebbero essere scritte in prosa, nel fenomeno letterario noto come prosa poetica.

Raccomandato

Fattura proforma
2020
reincarnazione
2020
microeconomia
2020