occlusione

Secondo la Royal Academy spagnola, definisce la parola occlusione come l'azione e l'effetto dell'occlusione . Deriva dal latino "occlusĭo" riferendosi allo sviluppo e alla conclusione dell'occlusione. In fonetica e fonologia è attribuito alla chiusura o al restringimento che rende impossibile o complicato il passaggio di un fluido attraverso un percorso vocale di un'articolazione; o la chiusura istantanea del canale di articolazione quando un suono viene pronunciato o emesso.

occlusione

Nell'ambiente dentale, l'occlusione dentale è chiamata contatto dei denti e relazione tra gli archi e l'interfaccia occlusale ; È un sistema che incorpora denti, articolazioni, muscoli della testa e del collo. Esistono diversi tipi di occlusione dentale tra loro, quella statica, quando i denti vengono a contatto con la mascella; dinamica, quando la mascella è in movimento, qui parliamo del processo di masticazione; poi c'è l'occlusione equilibrata che è il contatto tra le aree occlusive opposte; quello condiviso quando un pezzo dentale è mancante o ha subito una perdita; quello centrico si verifica quando i denti sono alla loro massima intercuspazione; e infine l'occlusione protetta è l'interazione tra i due gruppi dentali, che fermano la chiusura mandibolare.

In medicina esiste un'occlusione intestinale, che è la limitazione o l'impedimento del normale decorso intestinale, poiché si verificano compressione, otturazione o attorcigliamento dell'intestino. Nel campo della psicologia è usato per descrivere ciò che provoca un blocco nella memoria. E infine il termine viene dato al difetto di un metallo a causa dell'assorbimento di un gas all'interno del metallo durante il processo di solidificazione.

Raccomandato

pompiere
2020
carta
2020
mnemonici
2020