obitorio

La parola obitorio deriva dal francese "obitorio", che significa "osservare solennemente". All'inizio, l'obitorio era un posto situato nelle carceri, dove i nuovi prigionieri venivano portati per essere successivamente identificati dalle guardie. Il suo concetto attuale descrive uno spazio situato nei centri sanitari, dove i cadaveri sono immagazzinati in modo che possano essere riconosciuti dai loro parenti.

obitorio

Attualmente, gli spazi dell'obitorio sono refrigerati per prevenire la decomposizione dei cadaveri. All'obitorio viene offerto solo il servizio di deposito e conservazione dei cadaveri, nessun servizio funebre viene offerto. Sia le cliniche che gli ospedali hanno un obitorio, dove collocano i pazienti ricoverati in ospedale e che purtroppo sono morti . Oltre a ciò nell'obitorio, vengono eseguite anche autopsie, che sono analisi eseguite da un medico legale per determinare la causa della morte della persona, ovviamente, che questo tipo di analisi viene eseguita solo nel caso in cui il motivo della la morte è dubbia.

In questo senso, si può dire che non tutte le autopsie hanno lo stesso scopo, poiché alcune sono collegate a procedimenti legali, come un omicidio, e altre sono di interesse clinico.

Come già accennato, l'obitorio è un'area preparata per la refrigerazione, in modo che i corpi non si decompongano e rimangano ad una temperatura adeguata, fino al momento della loro partenza.

È anche importante ricordare che in questi luoghi sono stati stabiliti alcuni criteri di igiene molto rigidi, al fine di prevenire le infezioni e allo stesso tempo avere un sistema di identificazione del corpo.

Raccomandato

Legge generale dei gas ideali
2020
I cieli
2020
menta
2020