nomofobia

Il termine nomofobia è l'abbreviazione dell'espressione inglese "no fobia del telefono cellulare", o qual è la stessa cosa, la paura di non avere un telefono cellulare . Il primo studio che ha sollevato l'allarme su questo tema è stato condotto dal governo britannico quasi 6 anni fa al fine di indagare sui possibili effetti degli utenti di telefonia mobile.

In effetti, un recente studio britannico ha rivelato che nel Regno Unito il 66% della popolazione soffre già di nomofobia o dipendenza dai telefoni cellulari, il che rappresenta un aumento di oltre il 50% rispetto allo stesso studio condotto quattro anni fa.

nomofobia

Per quanto riguarda l'età di presentazione di questa dipendenza da smartphone, secondo gli ultimi sondaggi, il 77% delle persone tra i 18 e i 24 anni ne soffre, mentre nella fascia d'età compresa tra 25 e 34 anni, l'incidenza della nomofobia era del 68%.

Per quanto riguarda la distribuzione per sesso, secondo i dati raccolti, il 61% degli uomini ne soffre, rispetto al 39% delle donne. È stato anche dimostrato che il 40% degli intervistati ha preferito avere un telefono cellulare aggiuntivo per evitare di essere tagliato .

L'uso continuato di Internet e dei social media significa che la necessità di essere connessi permanentemente diventa essenziale per le persone che soffrono di nomofobia. Il semplice fatto di immaginare la perdita del tuo smartphone o di non averlo vicino ti fa sentire davvero male, con la sensazione di essere solo, triste e isolato, con sintomi come ansia, depressione, panico, sudorazione, tachicardia, rabbia che appare.

Questi sono tutti sintomi della dipendenza da dispositivi mobili riconoscibili e comuni a qualsiasi tipo di dipendenza, insieme alla negazione del problema. Proverebbero lo stesso se non avessero copertura o equilibrio . Non essere mai in grado di spegnerlo, anche in luoghi in cui è vietato il suo utilizzo, come aerei o determinate aree dell'ospedale, è un altro sintomo della nomofobia.

Devono averlo vicino, come amico fedele, in ogni circostanza: cibo, pisolino, cinema, palestra, lavoro ... Pagarlo è una decisione che non può essere concepita. Lo smartphone è lì, punto.

Una delle conseguenze della nomofobia è l' insonnia, dal momento che, non spegnendo il cellulare durante la notte, i messaggi e le applicazioni di WhatsQ ricevono ancora risposta, qualunque sia il tempo, interrompendo il naturale ciclo del sonno.

Altri effetti notevoli della nomofobia sono la mancanza di autostima e insicurezza personale, che portano a questa patologia e portano queste persone a rifugiarsi nel loro mondo virtuale, evitando così di affrontare i loro problemi.

È una buona idea rafforzare la sana abitudine di spegnere il telefono per diverse ore al giorno. Inoltre, è importante spegnere il telefono cellulare per avere un piano specifico per evitare interruzioni.

Raccomandato

Empleo
2020
Banner
2020
attivismo
2020