neocolonialismo

Il neocolonialismo è un sistema politico che utilizza il mercantilismo, la globalizzazione aziendale, il patrocinio politico e l' imperialismo culturale per esercitare influenza in paesi decolonizzati o indipendenti. È una specie di colonialismo, ma più aggiornato. Questa pratica è esercitata dalle grandi potenze su quelle nazioni meno sviluppate. Le cause sono economiche, geopolitiche e di potere militare.

neocolonialismo

Il neocolonialismo fu un processo che proseguì, dopo la decolonizzazione di quei paesi che erano sotto il regime coloniale delle nazioni europee. In questo modo, e nonostante il fatto che questi paesi abbiano raggiunto la loro indipendenza politica, hanno continuato a dipendere dalle grandi potenze in materia tecnologica, economica, culturale, ecc.

Alcune delle nazioni che sono attualmente sotto il sistema neocoloniale sono: l'Africa (dominata dalle potenze europee) e l'America Latina (sotto l'influenza degli Stati Uniti).

All'interno del processo del neocolonialismo, si possono distinguere varie caratteristiche a seconda del secolo in cui si sono verificate: tra il XV e il XVl secolo, questo sistema era caratterizzato dalla ricerca di benefici, da parte di grandi paesi, riduzione dell'immigrazione, ricerca di metalli preziosi e l'espansione del cristianesimo come giustificazione fiscale.

Durante il diciannovesimo secolo, il neocolonialismo fu determinato dalla redditività della borghesia, dalla ricerca di materie prime, dall'incentivo all'immigrazione e dall'espansione culturale di una presunta "civiltà" che cercava di giustificare le indagini e la sottomissione delle colonie .

Il neocolonialismo può essere visto non solo nella parte del sottosviluppo, ma anche nello scambio squilibrato del commercio internazionale, ciò significa che i paesi sviluppati hanno un vantaggio maggiore rispetto a quelli sottosviluppati.

Questo è il motivo per cui, al fine di raggiungere lo scopo della globalizzazione del regime capitalista, le grandi nazioni hanno organizzazioni strutturate che consentono il dominio economico, politico e militare, in un modo più sottile rispetto al periodo coloniale. Attualmente, la dottrina colonizzante viene ancora stabilita con la scusa di una "missione civilizzatrice". L'inclusione dei paesi in via di sviluppo nei mercati mondiali ha un formato circostante, il che significa che, nonostante il fatto che questi paesi abbiano un'abbondanza di risorse naturali, i loro popoli sono in totale povertà.

Raccomandato

cariatide
2020
staffe
2020
Postura
2020