Némesis

Il termine nemesi deriva dal greco, come affermato da varie fonti; Non è fornito nel dizionario della Royal Academy spagnola, ma in altri dizionari meno prestigiosi. La nemesi può essere usata come sinonimo di rovina o rovina; alludendo a qualcosa o qualcuno che causa miseria o morte, cioè a elementi di origine negativa. Altre fonti affermano che la sua origine etimologica proviene da una radice indoeuropea descritta come "nem" o "nom". D'altra parte, nella mitologia greca, Nemesis era la dea della punizione, dell'equilibrio, della solidarietà, della fortuna e della vendetta divina, figlia di Zeus o dell'Oceano, incaricata di punire le persone che non obbedivano a coloro che Dava loro il potere di inviarli, ancor più ai bambini che non obbedivano ai loro genitori. Nella mitologia romana era noto come "Invidia" .

Némesis

Nemesis è anche il nome dato a un'ipotetica stella nana rossa, grazie al fisico Richard A. Muller. La grandezza di Nemesis è tra sette e dodici anni. Orbita attorno al Sole a una distanza di circa 50.000 unità astronomiche a circa 100.000 UA. Si trova appena oltre la nuvola di Oort.

Nemesis è anche un'opera distribuita in quattro atti, scritta dallo svizzero Alfred Nobel, chimico, ingegnere, inventore e produttore di armi, dopo la creazione dei premi Nobel. L'opera è stata scritta in prosa, poco prima della morte di Nobel, ed è stata stampata vicino alla sua morte. Dopo la morte di Nobel, l'intera edizione stampata di Nemesis fu distrutta, ad eccezione di tre copie dell'opera. È anche il nome di un romanzo scritto nel 1989 dallo scrittore di fantascienza Isaac Asimov .

Raccomandato

mesosfera
2020
Fertilidad
2020
antiacido
2020