natalità

La nascita è il numero di nascite che si verificano in qualsiasi entità geografica durante un determinato periodo, di solito un (1) anno. A fini comparativi, viene utilizzato il concetto di tasso di natalità o indice, che può essere definito come la misura che viene stabilita tra le nascite registrate in un determinato momento per mille abitanti in relazione alla popolazione totale, ed è espressa in percentuale o così tanto per mille.

natalità

Qual è il tasso di natalità

Il tasso di natalità è la media annuale delle nascite in una regione ogni mille (1000) abitanti, attraverso di essa può essere determinata la crescita di una nazione. Nel calcolare questo tasso, è necessario prendere in considerazione una serie di fattori molto importanti, che sono lo spazio fisico e il periodo in cui verranno effettuati, oltre a quelli culturali, socioeconomici, religiosi, nutrizionali, educativi e le aree che sono più culturalmente avanzate, influenzano l'evoluzione di questo tasso.

Il numero di nascite e il tasso di natalità variano sia nello spazio che nel tempo ; vale a dire, possono variare a seconda dei paesi o delle regioni e anche in base alle stagioni. Comunemente, molti paesi hanno registrato più nascite negli ultimi anni rispetto a 50 anni fa.

I tassi di natalità sono di solito molto alti nei paesi del " Terzo mondo ", dove il sottosviluppo favorisce la creazione di famiglie numerose come abitudini culturali e religiose, mancanza di mezzi contraccettivi e alcuni hanno bisogno di più familiari per sopravvivere . Mentre i tassi sono molto bassi nei paesi industrializzati, grazie agli effetti di una migliore educazione sessuale, campagne di pianificazione familiare, l'uso del tempo che si concentra maggiormente sul lavoro e sullo studio, mantenendo un equilibrio tra la vita personale e professionale.

D'altra parte, esiste il controllo delle nascite, che viene messo in pratica in alcuni paesi, che vogliono frenare la loro crescita demografica quando è sproporzionata rispetto alle loro risorse economiche; per esempio, la Cina. È un'iniziativa che è di responsabilità dello stato e consiste nel sensibilizzare la popolazione, poiché una crescita eccessiva costituisce un grave problema per la sussistenza della nazione.

In alcuni paesi sottosviluppati non esiste un controllo delle nascite per motivi politici, ideologici o culturali, quindi la popolazione continua a crescere in modo esplosivo, raddoppiando in meno di venti anni; In alcuni paesi arabi, la crescita della popolazione è addirittura incoraggiata. Tuttavia, nella maggior parte dei paesi sottosviluppati, le campagne per il controllo delle nascite stanno riducendo con successo i tassi di fertilità.

Il tasso di natalità in una popolazione può avere degli svantaggi quando si tenta di confrontare una nazione con un'altra, perché ogni paese presenta differenze strutturali più in termini di età e sesso rispetto all'analisi che può essere effettuata sulla fertilità della popolazione analizzata. . In questo senso, si consiglia di utilizzare tassi più raffinati come il tasso di fecondazione globale e la struttura di fecondazione per età.

Nascita ecologica

La nascita ecologica è l' aumento della popolazione, cioè si riferisce alla riproduzione della popolazione e alle percentuali di aumento dei suoi abitanti in un determinato spazio. Questo può variare a seconda dell'età e delle condizioni fisiche ambientali.

Da un punto di vista ecologico, la popolazione è il gruppo di persone tutte appartenenti alla stessa specie e abitano in un determinato luogo e tempo.

Analisi del tasso di natalità mondiale

Secondo i dati forniti dalle Nazioni Unite (ONU), dalla metà del secolo scorso, la popolazione non ha smesso di crescere, è quasi triplicata in tutto il mondo e si teme la sovrappopolazione . Tuttavia, esistono meccanismi demografici che possono dimostrare che questa estrapolazione non è del tutto vera.

Un tasso di natalità è considerato positivo quando supera quello della mortalità, secondo i dati delle Nazioni Unite, le statistiche tra il 2010 e il 2015 sono circa 20 nascite e otto morti per 1.000 persone, il che significa che la popolazione cresce di 12 persone per ogni 1000 all'anno, ovvero un tasso dell'1, 2%

crescita vegetativa.

Nascita in America Latina

Il documento pubblicato dalle Nazioni Unite il 17 ottobre 2018 e che si chiama "Il potere di decidere: diritti riproduttivi e transizioni demografiche", in cui viene rivelato che le donne sono libere di controllare la propria riproduzione.

In America Latina, la media afferma che c'è un tasso di natalità molto basso tra i suoi paesi. La cifra chiave per i tassi di natalità di sostituzione demografica è 2, 2 bambini per donna. In quest'area la media tra i loro paesi indica che è bassa, perché l'indice è di 2, 06 bambini per donna e questa cifra non è sufficiente per raggiungere il tasso di sostituzione.

Nascita in Messico : le nascite in questo paese sono diminuite rispetto a quelle avvenute negli ultimi anni del XX secolo. Tra il 2010 e il 2016 il tasso di natalità in Messico è sceso dal 19, 71% al 18, 17%. Nonostante ciò, la piramide della popolazione di questo paese rimane stabile, poiché affinché ciò accada è necessario che ogni donna abbia almeno 2, 1 figli e quindi raggiunga la fertilità sostitutiva.

Nascita in Europa

natalità

Le statistiche indicano che nessun paese dell'Unione Europea ha il tasso minimo di fertilità sostitutivo di 2, 1. In generale, le donne europee hanno il loro primo figlio tra i 29 e i 30 anni, mentre nel sud del continente possono aspettare fino ai 40 anni. Le difficoltà nell'ottenere un alloggio sono una delle ragioni per cui si perdono anni di fertilità, oltre alla disparità di genere, tra uomini e donne. Secondo gli esperti dei paesi in cui gli uomini svolgono più lavori domestici, la fertilità è maggiore.

Nascita in Asia

I paesi asiatici hanno il livello più basso di crescita della popolazione nel mondo. Il tasso di natalità è sceso all'1, 1% secondo la Commissione economica e sociale delle Nazioni Unite per l'Asia e il Pacifico. Secondo le statistiche, ogni donna ha 2, 4 figli, quando cinque anni fa erano 2, 9. I paesi in cui la sua popolazione ha iniziato a diminuire in modo significativo sono Cina, Tailandia e Russia.

Nascita in Oceania

Nel 2016 il tasso di natalità in Australia è stato del 12, 5%, rispetto a quelli del 12, 8% del 2015 e del 12, 9% nel 2006, si osserva un notevole calo dei tassi di natalità. La fertilità è inferiore a 2, 1 per donna, il che indica che non garantisce la fertilità sostitutiva.

Tasso di natalità nei paesi sviluppati e sottosviluppati

Nei paesi sviluppati il ​​tasso di natalità è molto basso, la fertilità è di 1, 5 bambini per ogni donna, per questo motivo non soddisfano le cifre stabilite per una fertilità sostitutiva.

Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA), i paesi attualmente sviluppati hanno rallentato la crescita della popolazione. In alcuni paesi, non esistono politiche esplicite per quanto riguarda il controllo delle nascite. Negli Stati Uniti esiste una sola assistenza per la pianificazione familiare . L'Australia, nonostante abbia espresso preoccupazione per la crescita della popolazione, non fa nulla al riguardo e in Canada non esiste un controllo delle nascite. Questi paesi sono molto severi con il controllo delle nascite e rispettano i diritti riproduttivi di base; Inoltre, affrontano una popolazione più anziana, alti costi sanitari e una forza lavoro molto piccola.

Le carriere scolastiche e universitarie fanno parte delle priorità delle donne nei paesi sviluppati, per questo motivo, evitano di rimanere incinta, oltre a spaziare le gravidanze fino ai 35-40 anni di età, questo comporta rischi di infertilità e complicanze nascite.

Nei paesi sottosviluppati il ​​tasso di natalità è molto alto, la fertilità può raggiungere fino a 8 bambini per donna, questo ha la sua origine nell'influenza di diversi fattori come:

  • Religione, la chiesa in molti territori non è d'accordo con l'uso di metodi contraccettivi .
  • Ci sono culture che ammirano di più le donne, a seconda del numero di bambini che hanno.
  • Questi paesi sono così poveri che non hanno budget per la campagna o la consapevolezza di una buona pianificazione familiare .

In America Latina, che raggruppa Sud America, America Centrale e Caraibi, la crescita della gravidanza tra gli adolescenti è schiacciante, secondo un rapporto presentato dalla Iberoamerican Youth Organization (OIJ), per ogni 1.000 gravidanze registrate in questi paesi, 73, 1 sono di giovani tra i 15 e i 19 anni. Con un tasso di natalità mondiale di 48, 6 adolescenti per 1.000 gravidanze, queste statistiche sono tre volte quella europea, ovvero 28, 9 per 1.000.

Natalità contro mortalità

I paesi con tassi di natalità molto elevati nei loro indicatori hanno generalmente un basso livello di sviluppo economico, a differenza di quelli con bassi tassi di natalità; Questi sono paesi sviluppati, ma a causa dei bassi tassi di natalità, la loro popolazione tende ad essere vecchia.

La Cina, seguendo la sua politica della coppia di un figlio, attuata dal 1979 per controllare la crescita della popolazione, è diventata una nazione che invecchia. Le previsioni indicano che entro il 2030 un quarto della popolazione avrà 60 anni e non avrà più la fertilità sostitutiva. A partire dal 2016, il governo ha permesso alle coppie di avere due figli, ma secondo i dati pubblicati dalla National Health Commission, nel 2017 sono nati solo 17, 58 milioni di bambini, mentre 241 milioni di persone hanno più di 60 anni. età.

Il tasso di mortalità viene calcolato stabilendo il numero di decessi in un paese per ogni 1.000 abitanti in un determinato periodo, generalmente un anno. Questo può anche essere calcolato, in base all'età e al gruppo sociale.

In generale, i paesi sottosviluppati hanno un tasso di mortalità più elevato, a differenza dei paesi sviluppati, in questi paesi è inferiore. Queste statistiche sono correlate negativamente all'aspettativa di vita dell'individuo alla nascita, ovvero, maggiore è l'aspettativa di vita che si ha alla nascita, minore è il tasso di mortalità in una popolazione.

Rapporto tra nascita e fertilità

Il concetto di nascita e fertilità sono totalmente diversi, ma spesso possono essere confusi. Il tasso di natalità indica il numero di nascite per mille persone in una data popolazione e questo determina il tasso di natalità grezzo. La fertilità calcola anche il numero di nascite in una popolazione, ma in relazione al numero di donne in età fertile, ovvero il numero di nascite in una determinata regione è raggruppato, per ogni mille donne in età fertile tra i 15 ei 49 anni. età, questo calcolo è chiamato tasso di fertilità generale.

Per questo motivo, il concetto di nascita e fertilità sono strettamente correlati.

Raccomandato

Empleo
2020
Banner
2020
attivismo
2020