narrazione

La narrazione è uno degli strumenti utilizzati nel campo della letteratura per raccontare una storia, descrivendone le impostazioni, gli eventi, i personaggi e i sentimenti che emergono da essi. Sorse durante gli sviluppi del linguaggio, in tempi molto antichi. È una delle componenti più importanti di ciò che è il campo della scrittura, che comprende la poesia e altri, perché è ciò che dà credibilità e forma agli eventi che sono autorizzati a esporre, oltre alla qualità.

narrazione

È diviso in due tipi, come la narrazione letteraria, che è responsabile di raccontare una serie di eventi a cui sono incorporate alcune regole con l'intenzione di renderlo più attraente, cioè con un'intenzione estetica, da parte sua non letterario, ha lo scopo di segnalare un fatto, mantenendo la formalità, ma non è necessario aggiungere estetismo .

È caratterizzato dalla narrazione di tre eventi, l' inizio, la fine e la fine, dove normalmente si sviluppa la trama della storia. Gli elementi della narrazione sono: il narratore, le azioni, i personaggi e il quadro narrativo; nel frattempo, il personaggio che racconta la storia può essere adattato in base a ciò che lo scrittore vuole, quindi il narratore della storia può essere il protagonista (prima persona), il protagonista che parla a se stesso in terza persona (seconda persona) ) o un relatore onnisciente, che è presente in tutti gli eventi e ha conoscenza dei sentimenti delle figure partecipanti, senza esserne coinvolto.

Le linee di eventi durante la cronaca hanno anche una classificazione, in cui sono: azione lineare, in cui i fatti sono contati in modo ordinato e lineare; l'evocazione retrospettiva, in cui i ritorni al passato sono molto frequenti; anticipazioni, in cui viene mostrato al lettore cosa accadrà in futuro ; in mediae res, dove la storia inizia nel mezzo, si risale al passato per dettagliare gli eventi accaduti in precedenza e poi continua fino alla fine; infine, il contrappunto, in cui vengono presentati diversi atti che, apparentemente, non hanno alcuna relazione, quindi il lettore deve tracciare le connessioni .

La sua struttura può essere aperta o chiusa; nella prima si osserva che la storia ha una fine, ma nella seconda il lettore può immaginarla. I personaggi possono essere reali o fittizi, così come possono essere classificati come primari o secondari; possono anche essere valutati per la loro natura psicologica, cioè le loro caratteristiche psichiche, oltre a quelle fisiche. Per quanto riguarda il quadro narrativo, segna il tempo e lo spazio in cui si svolge l'aneddoto; il tempo definisce l'ordine degli eventi ed è suddiviso in interno, in cui viene percepita la velocità o la lentezza con cui si svolgono gli eventi, ed esterno, dove viene esposto l'anno o l'ora in cui si verificano gli incidenti ; lo spazio, dove si svolge l' azione .

Raccomandato

idiosincrasia
2020
Zona economica
2020
giullare
2020