mutazione

La mutazione è qualsiasi alterazione o variazione del codice genetico; cioè un'alterazione dei geni dei cromosomi . È possibile che si verifichi una mutazione durante la meiosi.

Questa variazione può verificarsi nelle cellule somatiche o nelle cellule sessuali (gameti). Se si verificano mutazioni nel DNA dei gameti, possono essere trasmesse da una generazione alla successiva. Al contrario, se si verifica nelle cellule somatiche, non verrà ereditato, ma può diffondersi in modo asessuato, come accade nelle piante (ad esempio, quelle che si riproducono per talea).

Le mutazioni possono verificarsi spontaneamente o indotte da alcuni agenti chiamati mutageni, sono classificate come esterne e interne. Gli agenti esterni possono essere radiazioni ultraviolette, raggi X, sbalzi di temperatura, alcune sostanze chimiche, tra gli altri. Gli agenti interni sono cambiamenti accidentali nel codice del DNA o l'assenza di settori del gene o del cromosoma.

Alcune mutazioni sono innocue o silenziose, altre letali ; cioè, possono causare la morte dell'embrione o di un giovane individuo. Esistono anche mutazioni che possono significare un passo nell'evoluzione di una specie. A volte le mutazioni aiutano una specie ad adattarsi meglio a un determinato ambiente, ma la maggior parte svantaggia la sopravvivenza della specie.

mutazione

Le mutazioni sono classificate in punti e cromosomiche. I primi sono un tipo di mutazione in grado di produrre cambiamenti nella sequenza nucleotidica del DNA, causando modifiche nella trascrizione dell'mRNA e, di conseguenza, alterare la sintesi proteica.

Questi cambiamenti possono essere dovuti a: addizione (incorporazione di uno o più nucleotidi); duplicazione (incorporazione di un nucleotide ripetuto in una tripletta); cancellazione (perdita di uno o più nucleotidi) e sostituzione (cambio di uno o più nucleotidi per altri che non corrispondono).

Le mutazioni cromosomiche si verificano quando ci sono cambiamenti nella struttura dei cromosomi, che possono essere causati da: eliminazione (perdita di una porzione del cromosoma); duplicazione (una parte del cromosoma è duplicata); inversione (una parte del cromosoma è invertita) e traslocazione (scambio di materiale genetico tra cromosomi non omologhi).

Possono anche verificarsi a causa della variazione del numero di cromosomi, in cui si distinguono principalmente due tipi: aneuploidia, caratterizzata dall'aggiunta o dalla perdita di un cromosoma (sindrome di Down, sindrome di Turner, ecc.). E la poliploidia è caratterizzata perché coinvolge il numero completo di cromosomi di una specie. In questo caso ogni cromosoma può moltiplicarsi più volte dando origine a 3, 4, 6 o più serie di cromosomi. Questo tipo di mutazione si verifica più spesso nelle verdure.

Raccomandato

rango
2020
Ascención
2020
confronto
2020