musica

La musica è un insieme di suoni e silenzi, organizzato in modo logico, che è governato da una serie di leggi come armonia, ritmo e melodia, facendo uso della sensibilità che caratterizza l'essere umano rispetto all'emozione e alla percezione di elementi artistici. Questo termine deriva dalla parola greca "μουσική" (mousikē), che può essere tradotta come "l'arte delle muse". Certamente la musica ha una connotazione prevalentemente spirituale ed emotiva, quindi la sua complessità è aumentata solo nel corso della storia, poiché non è stato possibile definire ciò che rappresenta realmente, al di là dell'uso attuale che viene dato.

musica

Cos'è la musica?

Il concetto di musica si è evoluto dalla sua origine nell'antica Grecia, dove la poesia, la musica e la danza erano indiscutibilmente un'arte unica. Per diversi anni, la sua definizione è diventata più complessa, poiché i compositori che si distinguono nel quadro di varie esperienze artistiche al confine hanno prodotto opere che, sebbene possano essere considerate musicali, estendono i limiti del concetto di questo come arte. .

Come tutte le manifestazioni artistiche, è un prodotto culturale. Lo scopo di ciò che è musica e ascoltare musica rappresenta l'arte di provocare un'esperienza estetica nell'ascoltatore ed esprimere sentimenti, emozioni, circostanze, pensieri o idee.

Cos'è la musica ? Si può dire che la musica rappresenta uno stimolo diretto per l'essere umano verso il campo percettivo del cervello, la musica strumentale, la musica rilassante, la musica da concentrare e la musica classica sviluppa suoni delicati molto più lenti di altri generi, che facilitano il flusso nel cervelletto, facilitando il raggiungimento di uno stato di rilassamento, comunicazione e atmosfera per la persona. Va notato che le melodie del sonno sono altamente raccomandate per le persone con problemi ad addormentarsi.

Elementi musicali

Ha tre componenti o elementi di base che sono melodia, armonia e ritmo.

La melodia

musica

È la cosa più semplice da ricordare, l' essenza della canzone e ciò che la rende riconoscibile. Le strutture melodiche che hanno un'entità da sole sono chiamate frasi, per analogia con frasi linguistiche. Nella musica contemporanea, le frasi possono essere classificate come riff (ripetitivi) o assoli (non ripetitivi).

La melodia ha una componente culturale molto forte, qui aderiscono strutture melodiche occidentali. Ciò ha una dimensione fondamentalmente orizzontale con eventi progressivi nel tempo, combinando ritmo e tono.

armonia

Se la melodia aveva una componente orizzontale, l'armonia è eminentemente verticale. Ciò svolge la funzione di accompagnamento, cornice e base delle melodie . Parlare di armonia è parlare di accordi e delle loro cadenze. Un accordo è un insieme di 3 o più note che vengono suonate o percepite contemporaneamente. La nota più seria dell'accordo è chiamata la nota di root ed è ciò che dà il nome all'accordo. L'ordine della nota radice nella sua scala corrispondente ci dà il grado dell'accordo e quindi la sua funzione.

Il ritmo

Il ritmo è la parte dinamica, organizzativa e ripetitiva della musica. Le prime composizioni musicali di esseri umani furono esclusivamente ritmiche, colpendo elementi naturali.

L'unità fondamentale del ritmo è la bussola . Le misure sono denominate come frazioni, quindi il numeratore indica il numero di divisioni di ciascuna misura e il denominatore indica la durata di tali divisioni. Nel ritmo 3/4 (letto tre volte quattro), tipico del valzer, ogni misurazione sarebbe composta da 3 neri.

La misura 9/8 usata nella musica classica e jazz avrebbe 9 ottavi per ogni misura. Esistono strutture ritmiche più complesse, utilizzate in generi come il jazz o il flamenco, costituite da barre di amalgama in cui diversi tipi di barre sono combinate nello stesso ritmo.

Parametri sonori musicali

I parametri sonori possono essere classificati solo in base a quattro parametri fondamentali, che sono i seguenti: altezza (alta o bassa), intensità (forte o debole), durata (lunga o corta) e timbro (cosa o chi emette il suono). Non c'è altro che possa essere analizzato, infatti sia i musicisti che i fisici concordano su questo.

altezza

È il risultato della frequenza prodotta da un corpo sano; cioè, il numero di cicli di vibrazioni al secondo o hertz (Hz) emessi. Di conseguenza, i suoni possono essere definiti come "basso" e "alto". Maggiore è la frequenza, più nitido (o più forte) sarà il suono. La lunghezza d'onda è la distanza misurata nella direzione di propagazione dell'onda tra due punti il ​​cui stato di movimento è identico; cioè, raggiungono il loro massimo e minimo allo stesso tempo.

durata

Corrisponde alla durata delle vibrazioni che producono un suono. La durata del suono è correlata al ritmo. Questo è rappresentato nell'onda dai secondi che contiene.

intensità

È la forza con cui viene prodotto un suono, a seconda dell'energia. L'intensità è sviluppata da un'onda attraverso l'ampiezza.

La campana

È la qualità che distingue i diversi strumenti o voci, sebbene producano suoni con la stessa altezza, durata e intensità. I suoni che vengono ascoltati regolarmente sono complessi, in quanto fanno parte di una serie di suoni simultanei come sovratoni, toni e armoniche. Ma possono essere percepiti come uno (suono fondamentale).

Il timbro dipende dal numero di armoniche o dalla forma dell'onda che ha un suono e dall'intensità di ciascuna di esse, che è chiamato spettro. Il timbro è rappresentato in un'onda dal disegno. Un suono puro, come la frequenza fondamentale o ogni sfumatura, è rappresentato da un'onda sinusoidale, mentre un suono complesso è la somma delle onde sinusoidali pure. Lo spettro è una successione di barre verticali distribuite lungo un asse di frequenza e che rappresentano ciascuna delle onde sinusoidali corrispondenti a ciascuna sfumatura, e la sua altezza indica la quantità che ciascuna contribuisce al suono risultante.

Note musicali

musica

Le note musicali rappresentano un concetto usato per esprimere l'intonazione o l'intonazione di un suono. Le note sono nomi di determinate frequenze che ci permettono di dire che un suono corrisponde a una certa nota, è una combinazione di più note, è tra due note. Pertanto, una nota può essere indicata in base alla convenzione musicale o dall'espressione della sua frequenza, ad esempio 4 uguale a 440 hertz o vibrazioni al secondo in accordatura standard o 444 hertz in accordatura della telecamera.

I segni che esprimono la durata del suono sono generalmente erroneamente chiamati "note", quando in realtà questi sono i numeri. I nomi delle note musicali derivano dal canto gregoriano a San Giovanni Battista, popolare nel Medioevo.

Le figure musicali sono i simboli che assegnano alle note musicali la loro durata, che viene misurata nel tempo. Queste cifre ci dicono quante volte la nota che rappresentano dura. Tuttavia, le cifre non hanno un valore temporale definito; il valore è assegnato dalla crittografia della bussola. Le figure delle note nella musica sono le seguenti: bianco, nero, rotondo, ottavo e sedicesimo, tre sedicesimo e quattro ottavo.

Storia della musica

I primi segni di civiltà risalgono al 50.000 a.C., nella preistoria. La relazione tra l'essere umano e il suono potrebbe essere compresa in modo semplice. Le registrazioni pittoriche rudimentali confermano che il suono durante la preistoria rappresentava un segno di vita, evidenziando così un grande legame tra rumore e danza .

A quel tempo, l'ambiente presentava una serie di suoni e movimenti che l'uomo cercava di imitare, usando alcuni strumenti per produrli, tra cui: ossa, rami, rocce, tra molti altri.

In seguito questa pratica sarebbe stata utilizzata come rituale per celebrare la caccia o le celebrazioni intorno al fuoco. In questi, gli uomini avrebbero rivelato tutte le loro sensazioni provate attraverso l'uso della voce, usando diversamente dal solito. Queste storie erano accompagnate da alcuni strumenti scolpiti in ossa, legno o frutti duri.

Origine della musica

Molti sostengono che l'origine della musica sia ancora sconosciuta, perché nel suo aspetto gli strumenti musicali non erano usati per creare musica in modo specifico, le voci o i suoni delle persone generati da qualsiasi parte del corpo erano il modo di creare questo tipo di musica. suoni, quindi non c'è traccia o documentazione archeologica. Va considerato che la scoperta della musica si è unita al linguaggio . Il cambiamento di altezza musicale nella lingua produce una canzone, quindi è probabile che nelle origini appaia in questo modo.

Musica primitiva

La musica primitiva è ciò che è stato creato ed eseguito nella preistoria, cioè nelle culture prima dell'invenzione della scrittura . A volte viene chiamata musica primitiva, con un termine che può includere l'espressione musicale delle culture primitive di oggi.

L'argomento della musica nella Preistoria è complicato, poiché non ci sono resti materiali, ad eccezione di alcuni strumenti musicali trovati nei siti archeologici, o oggetti che si ritiene siano stati usati come strumenti, sono ancora allo studio attraverso studi di analisi. registri cognitivi e comportamentali, anatomici e archeologici.

Lo studioso Charles Darwin ha spiegato nella sua teoria sull'origine della musica che ciò rappresenta una richiesta amorevole, come uccelli o altri animali. Il rapporto tra amore e musica è noto in tutti i periodi storici (sia nella storia antica che nel Medioevo, o anche nella musica popolare moderna).

L'antropologia ha dimostrato l'intima relazione tra la specie umana e la musica, e sebbene alcune interpretazioni tradizionali ne collegassero l'emergenza con attività intellettuali legate al concetto del soprannaturale (rendendolo in grado di svolgere una funzione di scopo superstizioso, magico o religioso), è attualmente correlata ai rituali di accoppiamento e al lavoro collettivo.

I primi strumenti musicali

Le prime testimonianze affidabili del fatto musicale non ci raggiungono fino al Paleolitico inferiore, quando l'ominide viene appreso per creare utensili in pietra, osso e corna, con cui ottiene suoni, sia per insufflazione nel bordo smussato di un osso, sia facendo fare clic sullo stesso materiale o sfregare come con raschietti dentellati.

Allo stesso modo, venivano fatti sonagli, fatti con teschi o frutti secchi in cui venivano introdotti semi, spesso dotati di un carattere simbolico, quasi sempre funerali. Ed è che questi strumenti a percussione o shock sono associati a un fatto molto importante che ha contribuito a articolare il linguaggio: il ritmo.

La durata dei suoni, o la loro ripetizione, spesso come imitazione del ritmo o del battito cardiaco, esprime la concezione di quegli uomini, che hanno capito l'esistenza in modo circolare e ciclico, allo stesso modo. La fioritura degli alberi o il susseguirsi di giorni e notti.

L'arco musicale fa parte dell'insieme di elementi caratteristici dei Pirenei (Francia); È anche curioso osservare che l'arco musicale e la danza appaiono cronologicamente nello stesso palcoscenico della cultura.

Musica in diverse civiltà

musica

Nell'antico Egitto, iniziò a sviluppare conoscenze tecniche, tra cui una scala di sette suoni, tuttavia, questi erano riservati esclusivamente ai sacerdoti e alla crescente professione del musicista. Viene anche svolto lo sviluppo di strumenti a corda e a fiato come il doppio oboe o l'arpa, quest'ultimo essendo il più apprezzato per il suo tono morbido. La musica accompagnava atti di culto, cerimonie e guerre.

Roma e la Grecia erano paesi che rappresentavano la musica come un fattore essenziale nelle pratiche sociali. Hanno usato quest'arte come strategia per trasmettere le diverse conoscenze educative alla loro popolazione.

A est, la conoscenza musicale di uno strumento specifico è stata tramandata dalle dinastie. L'unione dei suoi praticanti in gruppi musicali ha composto suoni sotto il concetto di armonia tra strumenti e tempo, in modo che non si interrompano l'un l'altro. Inoltre, è stata sviluppata una scala sonora complessa basata sull'affinità tra gli strumenti e il loro potenziale nel generare melodie.

Dopo la caduta dell'Impero romano nel Medioevo, la musica sarebbe continuata in relazione al sacro, la forma sarebbe stata attraverso i canti gregoriani, lodando la figura del dio della religione cristiana. In questo momento, una varietà di musica più popolare e accessibile a persone di bassa scala sociale, attraverso menestrelli, trovatori o trovatori, che componevano le loro canzoni da storie che avevano ascoltato. Queste creazioni si sono distinte per non aver sempre a che fare con un eroe o una figura sacra, potevano essere fatte semplicemente da un giorno all'altro o eventi recenti che sono stati modificati per essere trasmessi attraverso le canzoni.

Nel periodo rinascimentale, il concetto di polifonia è stato sviluppato nella città delle Fiandre, collegando due o più voci e suoni nel mezzo di un equilibrio armonico.

Nel movimento barocco che influenza la musica approssimativamente tra il 1600 e il 1900, iniziano i periodi più abbondanti e prosperi delle composizioni. Da questo periodo vengono sviluppati i concetti tecnici che manteniamo fino ai giorni nostri, dalle scale, l'accompagnamento, i toni, all'armonia, all'intensità e all'espressività.

Dal classicismo, i contributi del periodo barocco sono perfezionati in termini di tecnica ed equilibrio di struttura e melodia . Questo periodo è anche noto per essere il periodo di massimo splendore rispetto alle orchestre sinfoniche. La musica ha continuato ad evolversi ed è stata recuperata di nuovo nel valore essenziale dell'appartenenza a tutti i tipi di persone, cambiando in diverse varietà in base a culture, stili, influenze, tra gli altri. Al punto da raggiungere varietà quasi infinite.

La musica oggi

Oggi esiste una grande diversità di "musica" che è socialmente degradata dal suo vuoto, dal suo basso valore artistico ed etico; che sono presenti nelle più diverse aree della vita quotidiana in cui costruiscono sistematicamente una standardizzazione nei bambini e nei giovani attraverso la quale promuovono un processo di deterioramento culturale che non contribuisce in alcun modo alla costruzione di un gusto artistico, alla formazione dal pubblico, tanto meno all'educazione ai valori.

Non tutto ciò che ascolti oggi è davvero "musica". Perché quando è autentico, sebbene la sua diffusione si traduca in vantaggi economici, non è un prodotto, né è volgare o esclusivo, un ornamento o una moda che offende l'intelligenza e la sensibilità umana.

Al contrario, poiché la musica è un'arte, è socialmente costruttiva ed edificante per la cultura e aiuta con il suo potenziale a costruire una società pienamente umana.

L'evoluzione del consumo di musica

musica

Negli anni '60 il rock 'n' roll colpisce duramente ... i beatles, elvis lo fanno ... è il momento del turno, una danza nata dal rock 'n' roll, alla fine degli anni '60, il rock è nato, come tale, più pesante (rock 'n' roll) è il rock psichedelico (janis joplin, le porte, jimi hendrix).

Negli anni '70 nacque il punk (lo shock, le pistole, i ramones, il glam rock con David Bowie, che emergerà con più forza in seguito) è l'era dello zeppelin led, queen, deep purple, hard rock (ac / dc). I suoi primi passi in questi anni, questa volta sono ciò che dà alla musica un segno molto caratteristico di questa generazione, la sua maleducazione e il suo spirito nel creare suoni che lasciano un impatto sulla comunità, con caratteristiche di ribellione contro la società.

Negli anni 80 l' heavy metal era già nato, ma appare la nuova ondata di heavy metal, con gruppi come Judas Priest e Iron Maiden. Il thrash metal è nato nei primi anni '80 (metallica, megadeth), è l'apogeo del glam rock, con kiss e guns 'n' roses, iniziando uno stile che fino ad oggi sono i concerti di massa (musica degli anni '80).

Dal 2000 in poi, ci sono tendenze che prendono le cose dagli stili sopra menzionati, come metalcore, melodic metal e altri.

All'arrivo del nuovo millennio, l'elettronica è nata con grande forza, è stata ascoltata in locali notturni, combinando luci e suoni di danza, e poi i generi si sono sviluppati rapidamente, che fanno anche parte della moda.

Al giorno d'oggi, la musica viene creata e vista come un oggetto che può essere commercializzato in base al momento e produce persino problemi e controversie, come nel caso del reggaeton, poiché alcuni ritengono che questo genere abbia attratto l'aumento dei crimini e promosso la sessualità precoce. Perdere l'essenza della musica di un tempo, musica per bambini, musica pop e molti altri generi, che consisteva nella ricerca di buoni ritmi, musicisti di talento che segneranno le nuove epoche, senza dover pensare ai soldi, ma piuttosto a uno stile di vita.

Il mercato della musica

Il mercato della musica è composto da numerose aziende che cercano di fare soldi producendo e commercializzando musica . È importante notare che questa nicchia di mercato ha dovuto evolversi nel tempo, a causa dei cambiamenti tecnologici che stanno emergendo ogni giorno.

Il know-how del business musicale, ovvero la conoscenza e i processi del prodotto da vendere, ha reso le case discografiche grandi aziende che spendono ingenti somme di denaro per creare prodotti solidi che siano migliori e di più. economicamente efficiente. Ricercando questo, saranno più decisivi per il successo del marketing e della distribuzione di prodotti sonori.

Aspetti economici, quando si tratta di voler vendere materiale fonografico (CD):

1. Probabilità : la musica è un prodotto immateriale in cui non è possibile misurare il livello di successo o la domanda in dettaglio, come viene fatto nel marketing di un bene di base, dal momento che il consumo di opere sonore e la soddisfazione del pubblico. Viene fatto a livello soggettivo (ciò che è buono per alcuni può essere negativo per altri).

2. Tendenze : il comportamento dell'acquisto di materiale musicale da parte del consumatore è fortemente influenzato dalle relazioni culturali e sociali dell'ambiente in cui vive, oltre ai gusti per la moda, alle tendenze popolari (date speciali, ad esempio, natale). Stili di vita e abitudini di intrattenimento (film, libri, viaggi, ecc.).

3. Incertezza : non è noto se il prodotto prodotto dalla casa discografica sarà ben accolto dal pubblico.

D'altra parte, questo stesso pubblico non sa se gli piacerà ciò che sta per acquistare, quindi ci sono informazioni errate sul futuro del prodotto.

4. Lusso : la musica non è un prodotto essenziale per il consumatore, in questo modo, se il reddito di un acquirente si deteriora, smetterebbe di acquistare questo tipo di articolo, in questo senso, la situazione economica, il potere d'acquisto e le dimensioni Il mercato del Paese (PIL) determina il grado di investimento dell'etichetta.

È importante sottolineare che, attualmente, il mercato della musica digitale è diminuito e aumentato considerevolmente, poiché da qualsiasi dispositivo digitale gli utenti possono accedere alle applicazioni per scaricare musica e video musicali. Una delle applicazioni più utilizzate è quella di scaricare musica da YouTube (sito Web che consente di scaricare musica gratis), Spotify Music è un altro sito Web ideale per ascoltare e scaricare i video in streaming più recenti e digitali.

È essenziale notare che ci sono tutorial che descrivono in dettaglio i passaggi da seguire su come scaricare musica e video musicali sulle varie piattaforme digitali.

Tutti i generi musicali che esistono

musica

  • Ranchera. Ritmo popolare del Messico, questo stile è associato alla vita rurale. È diventato popolare dopo la rivoluzione messicana.
  • Rock. Generalmente, questo nome è dato a vari stili di luce sviluppati dagli anni '50 e deriva in misura maggiore o minore dal rock and roll.
  • Popolare. Si dice che la musica popolare leggera si sia sviluppata nei paesi anglosassoni dagli anni '50 sotto l'influenza di stili musicali neri, in particolare ritmo e blues, e musica tradizionale britannica. Oggi e per decenni, costituisce un fenomeno importante della comunicazione di massa praticamente in tutto il mondo.
  • Musica elettronica. Si basa su toni puri generati elettronicamente in laboratorio. Questo è stato sviluppato nei seminari radiofonici di Colonia (Germania) dal 1985 e i suoi esponenti hanno assunto la scena concreta in breve tempo.
  • Rap. Questo genere di musica è emerso nei quartieri neri e ispanici di New York negli anni '80 e ha raggiunto il picco negli anni '90. È caratterizzato da un gioco di confutazioni e di risposte al linguaggio combattivo.
  • Rock alternativo. È una manifestazione sotterranea, forse controculturale, quindi non è comune per la vetrina di qualsiasi discoteca. Prova a presentare il nuovo, o almeno combinare e ricreare con un po 'di ingegnosità le forme familiari della roccia.
  • Hip hop Questo genere è il padre del rap e la sua origine è prevalentemente urbana, la sua massima espressione si manifesta nella stessa strada. Include espressioni come graffiti e breakdance.
  • Reggaeton. Si può dire che è un nuovo ritmo tra rap e reggae che è diventato popolare a Panama (dove è iniziato nel 1981). Renato, Nando Boom, Chicho Man ed El General furono quelli che lo internazionalizzarono. È un ritmo di danza piccante e caraibico.
  • Bachata. Un genere musicale che mostra una combinazione tra merengue e figlio cubano, con lo stile tipico della Repubblica Dominicana, le cui caratteristiche includono i movimenti continui delle cinture, l'autocontrollo dei passi originali e un alto grado di bussola sull'accuratezza di questo genere musicale.
  • Classic. Il classicismo inizia all'incirca nel 1750 (morte di JS Bach) e termina all'incirca nel 1820. La musica classica è fatta esclusivamente per essere ascoltata, a differenza di altri generi legati ad altre forme di intrattenimento. Questo è caratterizzato da ritmi suonati in modo strumentale.
  • Salsa. È un genere musicale della musica latinoamericana afro-caraibica emersa a New York. È stato creato da immigrati latinoamericani, soprattutto da Cuba, Porto Rico e Repubblica. I ritmi latini tradizionali che hanno dato sostanza alla musica con vari stili di salsa sono la musa principale ed essenziale dei suoni latini.
  • Cumbia. Questo genere folk viene dalla Colombia e da Panama. È una fusione tra cultura africana, indigena e spagnola.
  • Merengue. Ritmo di danza originario della Repubblica Dominicana, è considerato, come la salsa, uno dei generi più importanti in America Latina.

Raccomandato

Fattura proforma
2020
reincarnazione
2020
microeconomia
2020