mortalità

Il termine Mortalità si riferisce in parte alla qualità del mortale ; vale a dire di ciò che deve morire o è soggetto alla morte, l'opposto della vita.

La mortalità nella sfera demografica è la relazione che esiste tra il numero di decessi avvenuti durante un certo periodo, generalmente un (1) anno, e la popolazione totale di qualsiasi entità geografica.

Il fenomeno della mortalità è espresso attraverso il tasso o l'indice di mortalità, che può essere definito come il numero di decessi per mille abitanti in relazione alla popolazione totale durante un periodo stabilito. Di solito è espresso in percentuale o entrambi per mille.

Il tenore di vita e la cultura di una popolazione influiscono notevolmente sul tasso di mortalità; poiché le probabilità di sussistenza del personale di una popolazione dipendono molto dal loro tenore di vita.

mortalità

Per migliaia di anni, la mortalità è stata molto elevata in tutto il mondo, quindi la crescita della popolazione è stata molto lenta . Dalla rivoluzione industriale; tuttavia, il progressivo declino del tasso di natalità inizia nei paesi attualmente sviluppati, un declino generalizzato nei paesi sottosviluppati a metà del XX secolo, quando i livelli di assistenza medico-sanitaria sono sostanzialmente migliorati.

La diminuzione del tasso di mortalità in un determinato paese o regione è dovuta a questo fattore di miglioramento, nonché all'espansione dei servizi di risanamento ambientale, all'eliminazione delle malattie endemiche e all'aumento dei livelli di qualità della vita.

Oggi i tassi di mortalità sono elevati nei paesi con il minor numero di risorse (più malattie, struttura sanitaria debole, scarsa igiene, cattiva alimentazione) e sono minimi nei paesi sviluppati (maggiori possibilità tecnologiche e maggiore benessere sociale).

Raccomandato

dessert
2020
brama
2020
adobe
2020