monosaccaridi

Sono sostanze bianche dal gusto dolce, cristallizzabili e solubili in acqua . Si ossidano facilmente, trasformandosi in acidi, motivo per cui si dice che abbiano potere riducente (quando ossidati, si riducono a un'altra molecola). Questi sono i monomeri del resto dei carboidrati, il che significa che tutto il resto è formato dalla polimerizzazione ( legame ) di questi.

monosaccaridi

Si può dire che i monosaccaridi sono molecole semplici che corrispondono alla formula generale (CH2O) n . Sono composti da 3, 4, 5, 6 o 7 atomi di carbonio. Chimicamente sono polialcoli, cioè catene di carbonio con un gruppo -OH ogni carbonio, in cui un carbonio forma un gruppo aldeidico o un gruppo chetonico.

I monosaccaridi sono studiati in due modi per rappresentare la loro molecola.

  • Formula lineare di Fisher.
  • Formula ciclica di Haworth.

La formula di Fisher rappresenta la molecola monosaccaridica in modo lineare, che non si adatta alla realtà, dal momento che non serve a spiegare molte reazioni chimiche, tuttavia diversi autori lo usano per spiegare alcune delle sue proprietà.

La formula di Haworth è attualmente riconosciuta come reale, cioè quando il monosaccaride è deprecato. Questa formula è ciclica e fa sì che le molecole assumano la forma di figure geometriche, pentagoni, esagoni, ecc.

Non dobbiamo dimenticare che i monosaccaridi sono polioli che hanno un gruppo di aldeidi o chetoni.

I monosaccaridi sono classificati in base al numero di atomi di carbonio e in base alla posizione del gruppo carbonilico nella molecola. In base al numero di atomi di carbonio, sono suddivisi in:

  • Trios (3 atomi di carbonio).
  • Tetrosa (4 atomi di carbonio).
  • Pentosio (5 atomi di carbonio).
  • Hexose (6 atomi di carbonio).
  • Eptosa (7 atomi di carbonio).

Questi zuccheri costituiscono le unità monomeriche di carboidrati per formare polisaccaridi. Tutti i singoli monosaccaridi hanno uno o più carboni asimmetrici, meno diidrossiacetone. Il caso più semplice, quello della gliceraldeide, ha un centro di asimmetria, che dà origine a due possibili conformazioni: isomeri D e L.

Quando il gruppo carbonilico è alla fine della molecola, il monosaccaride sarà un aldose. Quando il gruppo carbonilico non è alla fine, ma in una posizione intermedia, il monosaccaride sarà una chetosi.

Raccomandato

glicemia
2020
naso
2020
Cupcake Android
2020