monitoraggio

Il termine monitoraggio potrebbe essere definito come l'azione e l'effetto del monitoraggio. Ma un altro possibile significato verrebbe usato per descrivere un processo attraverso il quale le informazioni vengono raccolte, osservate, studiate e utilizzate, in modo che un particolare programma o evento possa essere seguito. Questa parola di monitoraggio non si trova nel dizionario dell'Accademia Reale e deriva dalla parola "monitor" che raccoglie immagini e video direttamente dalla videocamera o dalle telecamere che consente la corretta visualizzazione di una serie di eventi attraverso uno schermo; ovvero, il monitor aiuta e consente di ispezionare, controllare e registrare una circostanza o situazione; Ed è qui che nasce il monitoraggio per essere in grado di realizzare l'evento, o che di solito affronta i processi in termini di come, quando e dove si svolgono le attività, chi li svolge e quanti individui o entità potrebbero trarne beneficio. E il verbo di ciò è "monitor" che è l'azione in quanto tale per supervisionare e controllare attraverso un monitor.

monitoraggio

La parola viene usata nell'area di sicurezza, poiché il monitoraggio in quest'area viene effettuato al fine di raccogliere determinate informazioni su eventi specifici, ed è efficacemente fatto per mezzo di un monitor che trasmette le immagini raccolte da una telecamera o un videoregistratore oppure potrebbe anche essere eseguito da alcuni vigilantes. Questo processo garantisce che un individuo non entri in un sito o in un'area senza identificarsi o che non vengano commesse azioni criminali o di altro tipo.

Possiamo anche imbatterci nel monitoraggio ambientale, questo processo viene utilizzato per raccogliere informazioni sull'inquinamento . E infine nel campo della medicina è il monitoraggio fetale, questo è uno studio condotto da donne in gravidanza nell'ultimo mese di gravidanza, al fine di controllare lo stato e il benessere del bambino all'interno della pancia.

Raccomandato

cariatide
2020
staffe
2020
Postura
2020