Modello atomico di Rutherford

In chimica, il modello atomico di Rutherford si riferisce alla teoria che mostra come un atomo è strutturato internamente. Questa teoria fu proposta dal fisico Ernest Rutherford nel 1911. Per dimostrare la sua teoria, eseguì il suo famoso esperimento sulla lamina d'oro. Grazie a ciò, Rutherford è considerato il creatore della fisica nucleare e della chimica dell'atomo.

Modello atomico di Rutherford

Prima che il modello di Rutherford fosse accettato come valido, la comunità scientifica convalidata era il modello atomico proposto dallo scienziato britannico Joseph Thomson, il quale affermava che esistevano solo elettroni con carica negativa, introdotto in atomi con carica positiva.

Questo modello era considerato da molti pieno di semplicità in quanto presentava un atomo statico e compatto. Mentre Rutherford, attraverso il suo esperimento, è stato in grado di scoprire che la carica positiva presente nell'atomo è agglutinata nel suo nucleo e ha supposto che l'atomo avrebbe dovuto essere costituito da un rivestimento di elettroni che ruotavano attorno a un nucleo centrale con una carica positiva. Per la scienza questo modello era molto più dinamico e vuoto, tuttavia le leggi della fisica classica lo consideravano un po 'instabile.

Di seguito sono riportate le basi che supportano la teoria di Rutherford:

  • L'atomo è composto da due elementi: un nucleo e una crosta.
  • All'interno della crosta dell'atomo puoi vedere gli elettroni che ruotano ad alta velocità attorno al nucleo.
  • Il nucleo rappresenta la piccola parte che si trova nel mezzo dell'atomo che ha una carica positiva.
  • Il nucleo ha l'universalità della massa dell'atomo.

L' esperimento di Ernest Rutherford consisteva nel lanciare un flusso di particelle alfa su una sottile lamina d'oro e, a seconda del comportamento di questo flusso di particelle quando si scontrava sulla lamina d'oro, dedusse la seguente conclusione:

  • I raggi passarono principalmente attraverso il lenzuolo, questo attirò la sua attenzione, concludendo che l'atomo è assolutamente vuoto.
  • Solo una piccola parte delle particelle veniva deviata, quindi il nucleo non sembrava molto grande.

Il modello di Rutherford respinse quello di Thomson, poiché per Thomson l'atomo non era scomposto dal nucleo e dalla crosta

Raccomandato

allattamento
2020
chutney
2020
mulino
2020