misantropia

Misantropia è un termine che deriva dal greco μίσω che significa "odio" e da άνθρωπος che è " uomo essere umano ". La misantropia è una forma e un atteggiamento sociale e psicologico che si caratterizza principalmente per l'avversione generale verso l'essere umano, cioè è l'opposto completo della filantropia, che è l'amore per il prossimo.

misantropia

Un misantropo non è colui che non ama una razza specifica, per niente verso le caratteristiche dell'essere umano in generale. È una persona che di solito è ostile alla razza umana ma come entità su questo pianeta. Ha diversi stadi, può essere leggero o molto marcato, è caratterizzato dall'essere innocuo, oltre che dalle critiche sociali, alla distruzione e anche peggio all'autodistruzione.

L'odio tra e verso gli uomini è sempre esistito fin dai tempi antichi, come affermato dalla filosofia secondo cui l'uomo è considerato uno dei maggiori pericoli. Allo stesso modo, la rovina si basa sul sensibile e sull'appassionato. Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era chiaramente un misantropo e scrisse "L'esistenza umana deve essere una specie di errore ".

Per quanto riguarda la politica, la misantropia non esprime il suo odio verso l'umanità, ma disprezza ciò che un essere umano fa quando ha potere e quando gli manca.

La misantropia ha raggiunto casi estremi, un esempio di ciò è la serie di omicidi di massa avvenuti in diverse parti del mondo. Carl Panzram uccise venti persone nel 1922, sottolineando che la ragione era il suo odio per le persone.

Raccomandato

punteggio
2020
video
2020
testamentaria
2020