Metodo cartesiano

Il metodo cartesiano noto anche come il metodo metodo è quello che consiste nell'applicazione di un dubbio metodico, cioè si tratta di dubitare di tutta o di qualsiasi verità che viene mostrata davanti ai nostri sensi al fine di riconoscere le verità che tollerano dubbio metodico, che sono quelle maggiori verità su cui deve essere eretta un'idea della realtà. Ed è in questo modo che il metodo cartesiano funziona promuovendo o promuovendo il dubbio che sta in ciascuna delle realtà sensibili testando l'incoscienza di tutti i sensi dell'individuo. E quando ciò accade, dubitando di tutte quelle realtà sensibili, solo tutte quelle realtà geometriche e matematiche interne rimangono in piedi.

Metodo cartesiano

Il metodo del discorso fu ideato dal filosofo, matematico e fisico francese Rene Descartes, noto anche come il padre della geometria analitica e della filosofia moderna, pubblicato a Leida, in Olanda, nel 1637, e successivamente tradotto in latino e pubblicato nel 1656 ad Amsterdam, con lo scopo di dirigere bene la ragione e trovare la verità nelle scienze. Il metodo cartesiano è una delle opere più rispettate e accreditate nella storia della filosofia moderna ed è anche di grande importanza per l'evoluzione delle scienze naturali. René Descartes in questo discorso tocca il tema dello scetticismo, che era stato precedentemente studiato dal sesto empirista, Al-Ghazali e Michel de Montaigne.

Questo metodo può essere applicato a diversi argomenti o problemi e ha solo quattro regole importanti, che sono :

1. Regola delle prove, nulla è ammesso come vero se non è evidente.

2. Regola di analisi, dividere il problema in diverse parti, per risolvere più facilmente ciò che si sta studiando

3. Regola di sintesi, una volta studiate tutte le parti, viene fatta una sintesi, una condivisione di tutto ciò che abbiamo ottenuto studiando le diverse parti.

4. La regola dei controlli, alla fine della sintesi, elenca tutto e lo rivede nel caso in cui qualcosa venga omesso.

Raccomandato

secolare
2020
benignità
2020
antigene
2020