mercantilismo

Durante il sedicesimo, diciassettesimo e diciannovesimo secolo, in Europa, la corrente del pensiero filosofico ed economico noto come "mercantilismo", la cui base era nel pragmatismo, che la scuola filosofica americana si concentrò sull'obiettivo e sul reale, iniziò a prosperare . All'interno di questo, sono stati incoraggiati i collegamenti tra potere politico ed economico, il costante controllo dello Stato negli affari economici e la valuta ; questo, a lungo termine, ha permesso la crescita della popolazione, ha aperto le porte al protezionismo e ha dato alla produzione regionale tutti i privilegi necessari per il suo fiorire.

mercantilismo

pubblicità

Con l'avvento del mercantilismo , fu dato lo scopo classico di comprendere l'economia, la crematistica . Deriva da un modo primitivo di comprendere il capitalismo nell'Italia rinascimentale. I mercantilisti credevano che la prosperità di una nazione potesse essere misurata in quanto capitale possedeva ; se questo, a conti fatti, si è rivelato superiore alle spese di importazione, era uno Stato trionfante. Per raggiungere questo obiettivo, viene utilizzato il protezionismo, una serie di misure o politiche economiche volte a limitare le importazioni, attraverso l'imposizione di tariffe e tasse; Al contrario, ciò favorisce le esportazioni, oltre alla produzione locale. Per questo motivo, lo Stato è coinvolto in tutte le operazioni commerciali.

La fine del commercialismo arrivò con l'arrivo del libro The Wealth of Nations, di Adam Smith; con un'ideologia in grado di sostituirla completamente. Tuttavia, altri critici hanno già sottolineato alcuni errori nelle dottrine economiche proposte nel mercantilismo. Successivamente, questo è stato sostituito dal libero scambio.

Raccomandato

Empleo
2020
Banner
2020
attivismo
2020