mente

Lo studio della mente è un tipo di scienza cognitiva che comprende una serie di elementi caratteristici dell'umanità, tra cui pensiero, immaginazione, memoria e percezione. Ognuno di questi elementi riesce a modellare o creare la personalità di tutti i soggetti che abitano il mondo. Quando c'è un fallimento nella mente, si sviluppano alcune malattie mentali che rendono la vita difficile o deteriorata. Va notato che la mente differisce dallo stato mentale perché nasce dalle facoltà cognitive precedentemente menzionate. Gli stati mentali sono dolore, desiderio, credenze e sentimenti .

mente

Qual è la mente

In psicologia, la mente si nutre dei suoi sistemi materiali, poiché analizza se stessa, ecco perché gli psicologi ne parlano come una questione diversa dal cervello anche quando nasce da questo organo. È trattato da tre diversi processi, che sono procedurali, consci e inconsci. D'altra parte, esiste un numero considerevole di persone che mantengono la fedele convinzione che il cervello sia un organo completamente necessario nel corpo umano, ma non è ancora sufficiente che l'organismo svolga tutte le funzioni quotidiane che deve svolgere.

Dal punto di vista della neuroscienza, le scienze cognitive sono considerate esperienze che vengono create dalle attività cerebrali quotidiane, solo che queste sono prese a livello soggettivo, poiché si ritiene che con questo si possa produrre il focus di un certo movimento. Cosa si intende con questo? Che la mente sia un'altra delle molte funzioni che il cervello ha e che il suo obiettivo principale è quello di mantenere organizzato il comportamento delle persone di fronte ad altri soggetti, animali e oggetti . Questo tipo di esperienze è considerato come l'io interno.

Per la maggior parte degli scienziati, è considerato il risultato di tutte le attività svolte dal cervello per individuare alcuni dei processi le cui regioni sono specifiche nelle persone, uno di questi è l' ippocampo, che influenza direttamente la memoria quando È danneggiato, non importa se è lieve o grave. Ora, questa teoria non è completamente accettata dalla comunità scientifica perché sebbene la mente possa comprendere alcuni processi e corroborare la loro esistenza dovuta, non significa che possa coprirli tutti, ecco perché la psicologia ha adottato il suo studio.

Psicologi come Howard Gardner affermano che ha una serie di meccanismi identici a quelli di un computer, poiché sono totalmente indipendenti e specifici. Ad esempio, l' intelligenza nasce dalla sovrastruttura mentale, che a sua volta è costituita da una serie di elementi indipendenti perfettamente allineati o raggruppati dalla mente stessa. Queste strutture possono essere esternalizzate o mantenute all'interno delle scienze cognitive attraverso il pensiero e tutte queste funzioni sono potenzialmente adempiute, a meno che non ci sia un fallimento diretto nel cervello che influenza direttamente l'area cognitiva. Ma lo psicologo Jean William Fritz Piaget aveva un'opinione diversa.

Ha detto che la mente è gestita da schemi e ha differenziato le sue funzioni e operazioni al fine di ottenere una chiara distinzione tra i componenti che compongono le scienze cognitive, che sono: mente concreta, pratica e astratta. Il primo è quello che esegue tutti i processi primordiali o di base del pensiero umano, queste sono le basi della sintesi o analisi, confronti, osservazioni, classificazioni e relazioni. Il secondo componente si basa sui processi di direzione del pensiero, ovvero le cause e gli effetti, i mezzi utilizzati per raggiungere un determinato obiettivo.

Ecco perché si dice che la mente pratica sia la genesi dell'intelligenza, è lì che si trova la logica delle persone . Infine, il terzo componente chiamato abstract è in particolare legato alla ragione, poiché continua a riflettere quotidianamente sulle sue azioni e a modificare di tanto in tanto il suo pensiero. Con tutto ciò, è molto chiaro che la priorità principale della mente è di tenere tutto sotto controllo, generando livelli minimi di dolore a livello emotivo, poiché genera anche una serie di modelli emotivi che caratterizzano gli esseri umani. La scienza cognitiva è la genesi del pensiero umano.

Funzioni della mente

La mente può diventare piuttosto complessa e reagire a tutto ciò che viene visto, ascoltato, toccato o annusato. Queste esperienze esterne sono valutate o riflesse dal sé interno, che si riferisce all'ego, per confrontarle con altre situazioni che la persona ha precedentemente vissuto. Questo può essere interpretato come un meccanismo di difesa per raggiungere la sopravvivenza umana, quindi, a prima vista, si può vedere che le persone usano la parte cognitiva del cervello senza rendersene conto, in questo modo ognuno può pensare diversamente secondo tutti i sé interni esistenti.

L' area cognitiva del cervello ha funzioni fortemente speciali che devono essere adempiute per tenere sotto controllo l'individuo.Una di queste funzioni è la comprensione, che è considerata la facoltà che ogni essere umano deve pensare o analizzare determinate situazioni ed esperienze vissute. La comprensione è uno strumento che le persone usano quotidianamente per comprendere il luogo in cui si trovano, le loro condizioni, i soggetti con cui interagiscono e tutti i tipi di informazioni che ricevono quotidianamente, in modo da poter strutturare tutto e creare il proprio significato. o concetto.

Allo stesso modo, c'è un ragionamento, un altro degli elementi o delle funzioni che la mente umana possiede e che è una parte fondamentale della vita quotidiana. È una facoltà umana mettere in discussione o accettare il concetto di qualcosa o qualcuno, con esso puoi scoprire, accettare o scartare ideali, significati, opinioni e persino informazioni che si trovano ovunque. È individuale perché non tutti possono ragionare allo stesso modo e sebbene esista un modello sociale, ognuno decide cosa vogliono adottare nella propria conoscenza e nella propria vita, purché sia ​​coerente.

mente

D'altra parte, c'è la funzione della percezione, che è collegata ai 5 sensi caratteristici dell'essere umano : vista, udito, tatto, olfatto e gusto. Tutti questi forniscono alla mente una realtà abbastanza fisica dell'ambiente in cui si trova e, grazie ad essa, si può dire la mente potente, perché con la percezione, gli stimoli possono essere interpretati e selezionati, e quindi dare un senso a qualcosa. Perception cerca di trovare il significato di qualcosa, elaborarlo e, infine, archiviare tutti i tipi di informazioni. Qui è dove l'area cognitiva funziona di più.

Anche l'emozione fa parte delle funzioni della mente, poiché sono reazioni psicologiche che stabiliscono o adattano l'individuo a determinati stimoli o situazioni, sia nella percezione di qualcosa, nell'incontrare una persona, ecc. Le emozioni sono di solito molto intense ed è quasi improbabile che un individuo abbia una mente vuota. La memoria fa parte delle funzioni del cervello e insieme a quelle dell'area cognitiva del cervello, poiché codifica, schematizza e memorizza tutti gli eventi accaduti in passato e che possono essere utilizzati in seguito.

Si dice che la memoria faccia sì che le persone abbiano una mente positiva, questo perché sono consapevoli delle cose che hanno fatto anni fa e questo può essere verificato attraverso i ricordi. Ora, un'altra delle funzioni della mente è quella di mantenere l'immaginazione, che genera realtà alternative attraverso le informazioni che l'individuo prende e che in seguito manipola a piacimento come piace in modo negativo o positivo. Tutte le persone hanno immaginazione, nel caso degli artisti, hanno menti milionarie perché creano storie, canzoni e ogni tipo di arte.

Finalmente c'è la volontà. È uno dei poteri volti a coordinare e organizzare il comportamento umano, in modo che possa compiere determinate azioni al fine di ottenere un risultato, che può essere positivo o negativo, tutto secondo i meccanismi che prende. La volontà è considerata come la capacità delle persone che le motivano a fare attività volontariamente, governando le loro azioni, decisioni e scelte, adottando la personalità che le favorisce meglio con l'aiuto di coscienza, ragionamento e percezione. La volontà trasforma la zona cognitiva in una mente indomita

Caratteristiche della mente

Una delle caratteristiche principali di questo è che funziona automaticamente, sostenendo pensieri ed emozioni in tempi record. Il cervello lavora costantemente e con esso la sua zona cognitiva. Non smetterà mai di pensare, idealizzare o sentirsi emotivamente. La mente lavora per mezzo di contrasti, cioè classificando le cose come positive o negative e confrontandole tra loro, in modo che possa fare una scelta considerando i pro ei contro. L'area cognitiva è tanto materiale quanto il corpo umano, solo che è più sottile dell'anatomia.

È un'energia strutturata che migliora la capacità mentale dell'essere umano . Infine, la mente fa parte della natura dell'essere umano, ognuno ha un'area cognitiva e questo può rimanere in salute o presentare danni e sebbene questi possano essere trattati, riflettono un deterioramento cognitivo difficile da sopportare. La natura può essere selvaggia e in questa categoria la mente non fa eccezione. Non riesce a fermarsi e tende a stancarsi, quindi è importante mantenere un equilibrio con il corpo e cercare di calmare le emozioni e i sentimenti di tutti i giorni .

Disturbi della mente

È un grave deterioramento dello stato mentale o uno sviluppo anormale di esso, generalmente questo tipo di patologia è dovuto a cause esterne come l'ambiente, la società o un grave trauma, ma ciò non esclude il fatto che la patologia sia congenita . L'area razionale del cervello può collassare da un momento all'altro e presentare gravi fallimenti nelle menti delle persone, questi disturbi sono aumentati nel tempo, tuttavia, i più importanti o comuni in tutto il mondo saranno menzionati di seguito. .

ansia

Non è altro che la paura irrazionale di situazioni o esperienze quotidiane e sebbene possa sembrare normale quando c'è stress, diventa cronico quando si verificano episodi su base giornaliera. Il sentimento di paura è sempre presente e ciò rende impossibile per il paziente vivere normalmente, infatti, colpisce anche le persone nel loro ambiente.

Disturbo ossessivo compulsivo

È un comportamento ripetitivo che viene eseguito per ridurre l'ansia e sebbene molti lo vedano come una cosa positiva, il disturbo può diventare piuttosto scomodo. La sua caratteristica principale è la paura di certe cose, ad esempio il panico per i germi, questo rende la persona ossessiva alla pulizia. Il DOC può anche presentarsi come un'ossessione per mantenere l'ordine in casa, sul posto di lavoro e persino con le persone.

Stress post traumatico

Questa malattia è generata da una situazione traumatica, può essere un incidente, esperienze di violenza estrema o assistere a situazioni terrificanti. I sintomi principali sono incubi, pensieri sull'evento e ansie. Le persone che hanno questa malattia tendono ad avere menti suicide ed è per questo che è necessario consultare un medico in grado di controllare gli episodi utilizzando farmaci speciali.

Disturbi della personalità

mente

Sono stati anormali nella mente del paziente e sono generati emotivamente, motivazionalmente, affettivamente e nelle relazioni. Una persona con questa patologia può avere tra una e tre personalità quando si tratta di disturbo di personalità multipla. Questo disturbo presenta uno schema alquanto inflessibile nel comportamento del paziente, infatti alcuni potrebbero avere menti criminali, come nel caso di Billy Milligan. Esistono altri disturbi che rendono impossibile per le persone diagnosticate una vita piena e l'integrazione nella società. Con ciò è chiaro che la mente fa parte di una struttura cerebrale molto complessa e che non deve essere sottovalutata, poiché in essa è la base della conoscenza e del pensiero umani.

Raccomandato

Artículo Científico
2020
matematico
2020
faraone
2020