Mappa concettuale

Una mappa concettuale è uno schema di idee che funge da strumento per organizzare concetti e frasi in modo grafico e semplificato al fine di rafforzare la conoscenza. In una mappa concettuale concetti e idee sono collegati attraverso connettori grafici per integrare un'idea generale di ciò che è un argomento principale. L'obiettivo di una mappa concettuale è ottenere il significato di qualcosa attraverso collegamenti che possono essere facilmente analizzati.

Mappa concettuale

Qual è la mappa concettuale

Una mappa concettuale riassume un concetto in un semplice schema di idee . Questo schema presenta più di idee, dal momento che consente di stabilire interpretazioni di quello che analizza le fondamenta del termine in modo che possa elaborare e rendere facile per lo spettatore ottenere l'idea generale delle affermazioni presentate in tale ordine.

Una definizione di cosa sia una mappa concettuale è che rappresenta un importante strumento di apprendimento, poiché la grafica può delineare e scomporre idee e concetti relativi a un tema centrale. Le forme grafiche utilizzate per ciascun concetto sono figure geometriche come ovali o scatole, che saranno interconnesse attraverso linee e parole secondo la connessione e la correlazione che una definizione ha con un'altra. Questo formerà una rete, i cui nodi saranno i concetti e i loro collegamenti saranno le relazioni che esistono tra di loro.

Questo strumento è nato negli anni '60 dallo psicologo e pedagogo americano David Ausubel (1918-2008) basato sulle sue teorie sulla psicologia dell'apprendimento significativo. Secondo Joseph D. Novak, professore all'Università di Loyola, che fu il primo esponente di questo strumento negli anni '70, i nuovi concetti vengono acquisiti dalla scoperta o dall'apprendimento ricettivo. Poiché la maggior parte dell'apprendimento nelle scuole è reattivo, gli studenti memorizzano le definizioni ma non acquisiscono il significato dei concetti. La mappa concettuale, d'altra parte, genera l'apprendimento attivo grazie al fatto che consente di organizzare idee.

A cosa servono le mappe concettuali?

Attraverso mappe concettuali, è possibile ottenere ciò che è noto come apprendimento significativo, che è l'unificazione e la relazione che lo studente fa della conoscenza che ha già con la nuova conoscenza che sta acquisendo, riuscendo a trarre conclusioni che gli permetteranno di ricostruire informazioni risultante. Quest'ultimo aiuterà lo studente ad assimilare ciò che ha studiato e a ricordare i dati più facilmente. Viene anche esercitato l'apprendimento attivo, poiché lo studente deve essere coinvolto con il materiale studiato, andando oltre una semplice memorizzazione del contenuto.

La struttura cognitiva di una mappa concettuale serve a svilupparsi ulteriormente da un concetto. In questo modo, le persone che analizzano i concetti possono analizzarli e fornire loro interpretazioni basate sulle conoscenze precedenti che hanno sull'argomento, essendo in grado di stabilire connessioni con i nuovi concetti che vengono presentati e scomposti nella mappa concettuale che viene sviluppata.

La struttura delle mappe concettuali consente di sintetizzare un ampio contenuto in modo organizzato, breve e semplice, motivo per cui funge da materiale di supporto per esami, presentazioni, mostre e progetti.

Gli scopi di una mappa concettuale saranno soggetti allo scopo e al tema dell'opera. Tra questi possiamo evidenziare:

  • Per la progettazione di una struttura di informazioni con contenuti estesi.
  • Comunicare un'idea complessa in modo semplice.
  • Concepire idee da un tema.
  • Concatena le vecchie conoscenze con nuovi contenuti.
  • Valutare l'indice di comprensione o incomprensione di un gruppo di persone.
  • Ridurre i dubbi su un argomento e confutare miti e disinformazione al riguardo.
  • Promuovere l'apprendimento attivo e significativo nel processo di insegnamento degli studenti.

Per sapere come creare una mappa concettuale, la prima cosa da fare è selezionare il supporto attraverso il quale verrà scritta "su carta" o dove verrà rappresentata graficamente (o su fogli di carta fine se è fisica o tramite un programma computerizzato se si tratta di media digitali ).

Un altro dei passi più importanti che devono essere presi in considerazione è la selezione dell'argomento da affrontare e quale sarà l'approccio; i dati necessari devono essere raccolti per il suo sviluppo; fare una sintesi in cui le informazioni necessarie sono concentrate e scartando le informazioni meno rilevanti per l'asse centrale della mappa; sviluppare uno schema o un elenco di concetti; stabilire connessioni tra concetti e idee; e infine, esegui una recensione leggendo la mappa verificandone la coerenza.

Elementi della mappa concettuale

Mappa concettuale

Questo potente strumento di apprendimento è costituito da diversi elementi che, insieme, rendono possibile il massimo assorbimento della conoscenza e, in base alla sua struttura, ci consente di sapere com'è una mappa concettuale. Questi elementi sono i seguenti:

concetti

I concetti di una mappa concettuale sono il gruppo di oggetti ed eventi che un individuo ha in mente attraverso il quale ha costruito le proprie conoscenze su un argomento specifico. In questo senso, sono immagini che costruisce dalle idee, quindi è associato a una parola.

Questi concetti devono rientrare in una figura geometrica, come un ovale o un'ellisse, un rettangolo o un quadrato, tra gli altri.

Link parole

Questi sono quelli che servono per collegare i concetti che mostrano il tipo di collegamento esistente tra l'uno e l'altro. Questo elemento è molto importante perché, oltre a dare un significato logico alla mappa, consente di leggerlo in modo fluido, determinando al contempo l'ordine delle priorità tra i concetti, riuscendo a mettere in relazione i concetti con precisione.

Queste sono preposizioni, avverbi e congiunzioni ; cioè sono parole che non hanno nulla a che fare con i concetti presentati. All'interno della struttura della mappa concettuale, si trovano sulle frecce o sulle linee che collegano gli elementi che la compongono. Tra le parole di collegamento più comunemente usate per collegare concetti sono : "by", "for", "how", "are", "is", "where"; sebbene possano esserci parole di collegamento che contengono verbi, ad esempio "causa", "richiede", "fornisce", "modifica" o "include".

proposizioni

Questa è la formulazione verbale di un'idea, basata sulla precedente conoscenza che l'individuo ha riguardo all'argomento da trattare. Questo elemento è un indicatore di quanta conoscenza ha lo studente sull'argomento e sul livello di comprensione. Le proposizioni possono essere costituite da due o più concetti, che saranno uniti dalle parole di collegamento, che costituiranno quella che è conosciuta come un'unità semantica.

Linee e connettori

Le linee vengono utilizzate per indicare il flusso di dati e l'unione dei concetti sulla mappa, seguendo un ordine specifico che dà coerenza a ciò che viene espresso. I connettori si riferiscono all'uso di parole che collegano un concetto a un altro, in modo che la mappa possa essere interpretata correttamente con l'intenzione in cui è stata presentata. È importante sottolineare che il suo uso non deve essere abusato . I connettori principali utilizzati sono le parole "e", "o" e "because".

gerarchie

La gerarchia sulla mappa è l'ordine in cui vengono visualizzati i concetti . I più importanti e generali da cui partono tutti gli altri appariranno nella parte superiore o iniziale della mappa concettuale, nello stesso momento in cui le dimensioni delle loro caselle e parole saranno maggiori di quelle che rappresentano i concetti meno importanti.

I concetti e le idee più specifici si troveranno nella parte inferiore della mappa, quindi il modo di leggere questo tipo di strumento sarà dall'alto verso il basso.

Domande chiave

Questo elemento, chiamato anche focus focus, serve a guidare le risposte. Questi tipi di domande dovrebbero essere poste in modo breve e conciso, avendo rilevanza per lo sviluppo dell'argomento e si dovrebbe rispondere in fondo con le parole e non con le frasi.

Struttura cognitiva

Si riferisce al processo mentale utilizzato dagli individui per assimilare le informazioni, organizzandole in modo tale che possano essere apprese e ricordate in seguito. Nella mappa concettuale, le proposizioni devono essere collegate alle parole di collegamento.

Hinterlaces

I collegamenti utilizzati nelle mappe concettuali sono di due tipi: semplici e gerarchici, in cui le linee collegano i concetti più importanti o generali con quelli di minore importanza o specifici, in modo che la loro direzione sia verticale; e incrociate e lineari, che sono collegamenti di un concetto correlato a un argomento diverso che, insieme, possono portare a una conclusione.

Caratteristiche della mappa concettuale

Mappa concettuale

Le caratteristiche di una mappa concettuale sono qualità che la differenziano da altri metodi di studio, vale a dire:

gerarchizzazione

È l'ordine di importanza e inclusività che i concetti devono avere all'interno della mappa, saranno inquadrati quelli che avranno maggiore rilevanza all'interno dello strumento. Idee secondarie, idee ed esempi specifici andranno in fondo, e quest'ultima non sarà inquadrata. Ciò che determinerà la gerarchia in una mappa saranno le linee di connessione o di connessione, che ti daranno la struttura grafica appropriata.

sintesi

È un riepilogo in cui è contenuto il più importante di un messaggio o argomento. Una mappa concettuale è chiaramente un riepilogo di un argomento che può comprendere molti punti e contenuti complessi, rendendolo uno strumento di apprendimento potente e utile per semplificare e condensare una quantità significativa di informazioni e quindi suddividere il contenuto.

Impatto visivo

Una delle caratteristiche fondamentali di una mappa concettuale è che deve avere un impatto visivo sul modo di presentare concetti e unità semantiche. Questo dovrebbe riflettersi in un modo appariscente ma semplice, che può facilitare la sua lettura.

Prima di avere una mappa finita, devono essere fatti diversi schizzi per aggiungere gli elementi necessari e scartare quelli sacrificabili, in modo che una mappa concettuale di successo possa essere raggiunta con i punti chiave, migliorando ogni versione fino a raggiungere quella finale .

Per evidenziare le virtù di una mappa, si suggerisce l'uso di lettere maiuscole leggibili delle idee centrali e dei concetti più rilevanti, che dovrebbero essere evidenziati in una figura geometrica, preferibilmente un'ellisse che rende più contrasto con il testo e lo sfondo .

L' ortografia e l'uso degli spazi è un'altra caratteristica che deve essere curata nella creazione di una mappa concettuale, al fine di evitare la folla e tendere a perdere il significato di ciò che viene spiegato, generando confusione.

Esempi di mappa concettuale

Di seguito sono riportati alcuni esempi della mappa concettuale di vari argomenti e in diverse modalità di organizzazione, Mappa concettuale dell'acqua, Mappa concettuale del sistema nervoso, Mappa concettuale della comunicazione e Mappa concettuale della fotosintesi.

Mappa concettuale

Mappa concettuale

Mappa concettuale

Mappa concettuale

Raccomandato

America
2020
antropometria
2020
proletariato
2020