letteratura

Letteratura è una parola che deriva dal latino «litterae» e si riferisce all'accumulo di conoscenza che una persona deve scrivere e leggere correttamente . La combinazione di grammatica, retorica e poesia è ciò che rende la letteratura un genere diverso rispetto al normale modo di parlare e scrivere. È grazie a questo che la RAE applica come definizione della letteratura il fatto che può diventare un modo libero di esprimersi attraverso il linguaggio, solo che è fatto in modo artistico, con immaginazione e visione.

letteratura

Cos'è la letteratura

Per sapere veramente cos'è la letteratura, devi tornare ai suoi inizi, quando era conosciuta come una specie di eloquenza o poesia . Durante il diciassettesimo secolo, la gente pensava che la letteratura avesse molto a che fare con l' eleganza del lessico e il modo peculiare di scrivere. Fu nel XVIII secolo che la letteratura fu intesa come un mezzo efficace per esprimersi e che aveva elementi diversi, non solo poesia, ma anche grammatica. Più tardi, la letteratura si espanse fino a quando non ha dato alla luce diversi generi che esistono ancora oggi.

Inizialmente, questa attività non è stata scritta, ma recitata o cantata e solo gli studiosi o le persone di alta nascita potevano usarla, poiché era necessario un livello più elevato di conoscenza per comprendere ed esprimere correttamente le parole.

Con il passare del tempo le cose sono cambiate e le idee sono state tradotte in pagine e pergamene fino a raggiungere gli attuali metodi letterari. Tenendo conto di quanto sopra, il concetto di letteratura si riferisce a un'espressione artistica a livello verbale, questo vale per la letteratura scritta e orale.

È anche importante notare che la letteratura menziona anche le produzioni letterarie di una determinata nazione, lingua e persino di un'epoca, ad esempio letteratura greca, letteratura rinascimentale, letteratura medievale, letteratura barocca, ecc.

Ma comprende anche gli scritti scientifici studiati dalle teorie letterarie. I generi prendono la letteratura come arte, perché indipendentemente dal tipo, dal tempo o dal tema centrale, ci sono persone che esprimono la loro conoscenza, i loro sentimenti e il loro modo di vedere il mondo. Attualmente ci sono molti libri di letteratura, alcuni per bambini e altri per adulti, tutti con lo stesso obiettivo: esprimere, divertire, educare .

Quali sono i generi letterari più noti

letteratura

Esistono generi che classificano o raggruppano i tipi di letteratura in base al contenuto che possiedono ed esternalizzano. Le caratteristiche esistenti in ciascuno di questi generi li individuano, in questo senso puoi trovare generi letterari con aspetti semantici, fonologici o formali. Questi tipi letterari hanno il proprio sottogruppo o sottoclassificazione e sono i seguenti:

Genere epico

Generalmente noto come un tipo di letteratura narrativa. È caratterizzato dall'essere una storia priva di realtà, cioè che nulla di narrato è vero . Ciò include quei libri che supportano personaggi reali o inventati nelle narrazioni che sono emersi grazie a eventi leggendari. Il sottogenere del tipo letterario epico o narrativo è costituito dal romanzo, dal racconto e dall'epopea. Se è necessario fare riferimento a scrittori di questo genere, è praticamente obbligatorio menzionare Miguel de Cervantes.

Genere lirico

Questi testi hanno un certo ritmo, inoltre, sono caratterizzati dal riflettere i sentimenti e le emozioni vissuti dagli autori durante la creazione del testo . La maggior parte di questi versetti sono poetici, sebbene alcuni siano anche elaborati in prosa. Si potrebbe anche dire che sono tutte quelle opere che vengono sviluppate o che il loro contesto è sostanzialmente poetico ed è composto da versi. Nel sottogenere di questo tipo letterario, si accontenta di sonetti, inni, ballate, elegie e odi. Gli autori più importanti di questo genere sono: Federico García Lorca, Rafael Alberti.

Genere drammatico

Ecco le commedie, che a loro volta sono classificate in fumetti e commedie. Il suo scopo è recitare e può essere classificato in tipi letterari come la commedia o la tragedia. Di per sé, questo genere rappresenta una serie di episodi e problemi che gli umani potrebbero avere e che sono espressi attraverso dialoghi preparati dagli autori per i personaggi che personificheranno il dramma. L'esempio classico di questo genere è il grande William Shakespeare, uno dei più grandi autori di teatro letterario al mondo.

Ognuno di questi generi ha il suo livello di importanza nel mondo, a partire dalla letteratura per bambini alla letteratura erotica. Gli autori sono motivati ​​a scrivere questi testi per diversi motivi, il principale si basa sulla cattura dei sentimenti e delle emozioni che possiedono, sul fatto che le loro opere sono riconosciute nel mondo e oggi, se riescono davvero, ottengono il premio Nobel per letteratura.

Principali epoche della letteratura

Quando parliamo delle epoche della letteratura, in realtà ci riferiamo ai periodi in cui i diversi testi letterari sono sorti e sviluppati, che sono presi in considerazione come i precursori e i più importanti testi creati nella storia umana. I periodi più conosciuti al mondo sono il Preclassico, il Classico, il Medioevo, il Rinascimento, il Barocco, il Neoclassico, il Romantico, il Modernista e il Postmoderno.

Ognuno di questi tempi ha le proprie caratteristiche che li distinguono dal resto. Alcuni sono più importanti e impressionanti di altri e in questa sezione spiegheremo le principali epoche che hanno segnato un prima e un dopo in letteratura.

Letteratura classica

Inizia nell'VIII secolo a.C. e termina nel III d.C. Questo aspetto parla direttamente di quello che fu l'inizio della cultura latina e greca, dove la preoccupazione delle persone risiede nello spiegare l'origine dell'uomo e l' universo del Modi più semplici per garantire la massima conservazione. Essendo due delle lingue predominanti, rappresentano le caratteristiche speciali della letteratura classica. Sono spiegati attraverso l'equilibrio tra il messaggio proiettato e l'espressione usata per esternarlo.

È stato solo nella letteratura classica che è nata la necessità di separare le opere letterarie in base al loro contenuto (generi), da lì sono nate descrizioni umane, eventi eroici del tempo e origine dei popoli. Il più grande sviluppo letterario è nato nel periodo classico, epopee emergenti come l'Odissea e l'Iliade in cui è stata fatta una miscela di eventi leggendari, mitici e irreali sulle origini del popolo greco, che secondo la ricerca moderna, hanno confermato alcuni via lo sviluppo dei fatti narrati, ad esempio, l'esistenza di Troia.

Letteratura medievale

Inizia alla fine del 3 ° secolo fino al 14 ° secolo, dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente. È da questo momento che il cristianesimo occidentale si consolida e tutte le sue manifestazioni culturali si basano sulla contemplazione di Dio, le abitudini legate alla morale religiosa e una visione teocentrica che occupa tutte le azioni umane, quindi le loro espressioni La letteratura suggerisce l'ideale religioso. Nonostante ciò, il popolare e il culto si combinano, creando una simbiosi tra paganesimo e religione.

In questo ciclo, la letteratura medievale è evidenziata in due modi diversi: la letteratura colta, che è la conservazione dei testi antichi, eseguita dai chierici, riguardante il cosiddetto "mester del clero" e l'altra letteratura, che è esercitato dalle persone dalla tradizione orale, dai costumi, dai miti e dalle leggende che conosciamo come "Mester of menestrello" dove si manifestano l'immaginazione e la creatività popolare. È essenziale notare che le lingue vernacolari si formano in Europa durante questo periodo ; frutto dello sviluppo letterario che appare nelle canzoni epiche.

Letteratura antica

È considerata letteratura antica fino al XV secolo, infatti, i più antichi testi letterari esistenti, risalgono a secoli dopo l'invenzione della scrittura. Molti ricercatori non sono d'accordo con tutto ciò che riguarda documenti antichi che si trasformano in qualcosa di più simile alla letteratura, considerando che questo concetto è soggettivo.

È interessante notare che lo sviluppo storico della letteratura non è avvenuto uniformemente nel mondo, perché quando si cerca di concentrarsi su una storia letteraria generale, si basa sul fatto che molti testi sono scomparsi, intenzionalmente, per caso o per scomparsa totale della cultura che li ha originati, ad esempio, la distruzione della Biblioteca di Alessandria, che è stata creata nel III secolo a.C. C. E proprio come in questo caso, ci sono anche innumerevoli testi fondamentali che si ritiene siano andati persi tra le fiamme nell'anno 49 a. C.

Letteratura rinascimentale

letteratura

Risale al XIV e al XV secolo . Queste sono nuove idee che sono state sviluppate lentamente, ponendo fine al periodo medievale. Nella letteratura rinascimentale si manifesta un movimento chiamato umanesimo, che ha sviluppato una visione migliore dell'uomo e del mondo. In questo periodo fiorirono tutte le arti, ad esempio la pittura, l'architettura e, ovviamente, la letteratura. Questo periodo è composto da grandi poemi epici che ripristinano le gesta degli eroi e le gesta dei grandi scopritori, tra cui si menziona: "Os Lusíadas" che ha come tema la spedizione di Vasco da Gama.

Nella poesia ci sono contributi preziosi come il Sonetto e i contatori incorporati da Petrarca. Le figure che possono essere menzionate in questa era letteraria e che hanno dato vita a personaggi di ogni genere (compresi temi profondi) sono Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Niccolò Machiavelli, Leonardo da Vinci, William Shakespeare, tra gli altri.

Letteratura barocca

Risale al XVI e XVI secolo . La letteratura barocca è sostanzialmente caratterizzata dall'eccesso di decorazioni, dall'uso di figure letterarie e dalla forma contorta, nonché in alcuni casi di ermetismo nella lingua. Nonostante l'esistenza del barocco in tutta Europa, si sviluppò principalmente come arte religiosa nelle cattedrali, anche se si verifica anche nella letteratura spagnola, dove si combinano due aspetti principali, il concettualismo e il culteranismo. Qui dobbiamo menzionare nuovamente Miguel de Cervantes con il suo lavoro "L'ingegnoso gentiluomo Don Chisciotte della Mancia", considerato il primo romanzo moderno e il più ricordato al mondo.

Letteratura neoclassica

Ha le sue origini alla fine del XVII secolo e parte del XVIII secolo . La letteratura neoclassica era caratterizzata dall'imitazione dei modelli classici, ma nonostante il tempo, era dominata dalla ragione. Questo è ciò che ha reso possibile l'ideale pedagogico della letteratura, che consiste nell'insegnare attraverso di essa. Da lì sono emersi generi come la favola e il saggio, che hanno mantenuto l'equilibrio tra lo sfondo e la forma, cioè tra il contenuto e la forma di espressione.

Allo stesso modo, appare il romanzo d'avventura, che si svolge nel teatro classico francese e vengono diffuse le idee dell'Illuminismo, dell'Illuminismo e dell'enciclopedia che in seguito daranno origine al romanticismo.

Letteratura modernista

La sua genesi nacque nel XIX secolo e all'inizio del XX secolo . L'era della letteratura modernista è caratterizzata dalla ricerca della perfezione formale, con cui sfugge alla realtà e si riferisce a mondi fantastici, di principesse, paesaggi remoti e tutti i tipi di sogni che possono allontanare le persone da ciò che è reale che approfondiscono questo tipo di letteratura. Da quella concezione nasce la cosiddetta "arte per l'arte".

Nel modernismo la forma prevale sul contenuto e nonostante la temporanea transitorietà, il modernismo è considerato una scuola letteraria. A questo punto, è importante evidenziare che uno degli obiettivi principali di questo ciclo era che lo sviluppo del modernismo avveniva soprattutto e principalmente nella poesia.

Letteratura contemporanea

Copre tutti gli stili letterari utilizzati dal XIX secolo ai giorni nostri . Si caratterizza per mostrare le difficoltà sociali e politiche del tempo, nonché le minacce del mondo tecnologico, i dubbi scientifici e la grave crisi del pensiero filosofico presente durante questo periodo storico.

Letteratura secondo le diverse società che l'hanno sviluppata

letteratura

Per spiegare questa sezione, dobbiamo partire dal presupposto che la letteratura è anche un tipo di mezzo di comunicazione. In esso puoi vedere diversi modelli comportamentali degli autori delle opere, oltre alla descrizione totale del tempo in cui sono state scritte. Nella sezione precedente, la letteratura è spiegata in base al tempo in cui è stata scritta o presa in considerazione dal mondo, ma qui questo aspetto può essere combinato con le società che sono riuscite a svilupparlo pienamente.

Con questo vogliamo arrivare al punto di parlare di come sono riusciti a scoprire e manifestare la letteratura come arte e perché queste società sono una parte fondamentale della storia della letteratura.

Letteratura egizia

L'origine di questo tipo letterario nasce nell'antico Egitto ed è considerata una delle prime vestigia o documenti letterari al mondo . Gli egiziani scrissero i loro testi sugli antichi papiri, ma trovarono anche un modo per catturare le loro esperienze e costumi sui muri di piramidi, tombe, obelischi, ecc. La storia di Sinuhé è uno degli esempi più fattibili da questo lato, così come quello del papiro Ebers, del papiro Westcar e del libro dei morti. La letteratura egiziana è divisa in due parti.

Inizia con la religione e termina con testi profani, tuttavia, la maggior parte dei testi egiziani sono religiosi, menzionando così le preghiere recitate in atti funebri, incantesimi, mitologie egiziane che vanno oltre ciò che è narrato in il libro dei morti, descrizioni di ciò che chiamavano l'aldilà e gli inferi. Per quanto riguarda la letteratura profana, si basava su testi rivolti all'educazione e non all'intrattenimento, sebbene esistano anche registrazioni di poesie, biografie ed elegiaci.

Letteratura ebraica

Ecco la maggior parte dei libri religiosi, in particolare quello che è noto come giudaismo, infatti, l'opera più impressionante da questo lato è il Tanaj, che contiene infiniti rituali, preghiere e la storia degli ebrei e della religione cristiana. In relazione al cristianesimo, la religione è menzionata perché il Tanach è considerato come il vecchio testamento, descrivendo così gli inizi della vita sulla terra e tutto ciò che si è sviluppato da quell'evento.

Questa opera letteraria è divisa in tre parti importanti, la legge, i profeti e gli scritti. Nella legge c'è una sottoclassificazione di 5 libri: Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio. I profeti parlano di quelle persone che predissero determinati eventi e che ne furono immortalati, essendo uno dei più ricordati, il profeta Isaia.

Infine, ci sono gli scritti, anch'essi divisi in 3 aspetti importanti: i libri storici, i testi poetici e le 5 pergamene della felicità. La letteratura ebraica è ampia, ma molto preziosa.

Letteratura messicana

Questa letteratura risale all'era mesoamericana in cui le popolazioni indigene descrivevano tutto ciò che accadeva nelle loro civiltà, dai loro costumi ai loro dettagli. Ma lo hanno fatto oralmente, recitando canzoni o memorizzando testi. Con il passare degli anni e l'arrivo degli spagnoli, la loro cultura ebbe una combinazione abbastanza marcata e ciò influenzò anche la letteratura messicana, adottando così vari modi di dire o tradizioni dei suoi colonizzatori. Attualmente, la letteratura messicana è una delle più conosciute al mondo.

Letteratura romana

La maggior parte delle parole usate oggi proviene dal latino e, sebbene questa sia una lingua morta, è comunque importante. La letteratura romana in latino è divisa in due parti, letteratura romana indigena e imitata. Nell'indigeno si parla degli inizi di Roma, delle sue fondamenta e dei suoi sovrani, nonché di ciò che era la repubblica. Nell'imitato si fa riferimento a opere che hanno una certa somiglianza con quelle di altri territori. C'è chi pensa che questa letteratura debba essere classificata in 5 parti, citando i primi sovrani della città.

Ma c'è anche la letteratura di Roma in greco, ma si fa riferimento a testi politici e culturali, lasciando da parte i testi religiosi tipici della Grecia e mantenendo intatta la sua essenza.

Letteratura cinese

letteratura

I testi cinesi risalgono agli anni della dinastia, in particolare quelli della dinastia Ming, un'epoca in cui il movimento letterario emerse per mantenere le persone alfabetizzate in costante intrattenimento. In effetti, si dice che la Cina, fino all'incirca al 17 ° secolo, abbia creato il maggior numero di testi letterari al mondo, catturandone costumi, riti, cultura e mitologie. La letteratura cinese ha molto a che fare con la creazione di testi da paesi vicini al suo territorio, ad esempio Giappone e Corea (prima della guerra).

L'opera di Dào Dé Jing è una delle più popolari in entrambe le regioni e nel mondo. Questi scritti servirono come fonte di ispirazione ed esempio politico nei territori del mondo, infatti, la maggior parte dei filosofi e alti funzionari (a quel tempo) dovevano le loro idee governative alla letteratura originaria della Cina.

Letteratura preispanica

Risale al tempo in cui le prime civiltà in America vissero fino all'arrivo degli spagnoli, il più noto dei quali era il popolo Inca, Maya e Azteco. Tutte le usanze preispaniche furono tramandate di generazione in generazione per via orale, quindi è difficile parlare di antichi testi americani scritti dagli stessi nativi. Ciò che è attualmente noto su di loro è grazie ai cronisti che hanno effettuato una serie di indagini e, successivamente, le rispettive traduzioni per tradurle in pagine.

La letteratura preispanica copre non solo le culture sopra menzionate, ma anche l'Amazzonia, i Chibcha, i guaranì, ecc. In questa sezione ci sono alcune caratteristiche della cultura pre-ispanica, tra cui la capacità di adorare diversi dei, le loro qualità agrarie, l'oralità che hanno gestito e la facilità con cui hanno creato poesie e miti narrati, sebbene l'autore non sia mai stato veramente conosciuto. o gli autori originali di ogni storia o storia descritta.

Letteratura indù

Come l'egiziano e il cinese, la letteratura indù è considerata una delle più antiche del mondo, oltre ad essere estesa e con almeno 22 lingue diverse. Le prime vestigia di questa cultura sono apparse nel 3300 a.C., proprio nell'età del bronzo. I testi indù si trovano in sanscrito, una lingua molto antica, scritta usando diversi strumenti o tipi di scritture, sebbene il più predominante sia Devanagari. A quel tempo tutto ciò che riguardava l'India era completamente noto, coprendo così due millenni di storia.

Questa letteratura è divisa in 3 periodi, il Vedico, che si svolge a metà del II millennio a.C. e copre tutti i miti e le credenze religiose dell'epoca. Poi c'è l'era post-vedica, che risale al I millennio a.C. e che si riferisce alle contraddizioni degli attuali filosofi rispetto all'era vedica, poiché non erano d'accordo con ciò che fu spiegato in quel periodo. Infine, c'è il periodo Brahmanico, che riguardava la religione indù e, successivamente, buddista.

Raccomandato

mesosfera
2020
Fertilidad
2020
antiacido
2020