Lettera di potere

Lettera di potere, quando separiamo i termini che abbiamo, quella lettera viene dal latino "charta" e questo dal greco "kharhtes" o "χάρτης" che allude a un antico foglio di papiro che è stato usato per scrivere su di esso; d'altra parte la parola potere dal latino "potēre" che si riferisce al possesso. Ora, quando si tratta di procura, si tratta di descrivere un documento legale di natura privata, registrato da un concedente con i rispettivi testimoni, che ha poca formalità in termini di aspetto e formulazione; Nel presente documento, un determinato individuo trasferisce i diritti, il potere e l'autorità, limitati o illimitati, a una o più persone, istituzioni pubbliche o private in modo da poter eseguire una o più procedure legali. In altre parole, la procura è un documento in base al quale una persona concede o concede l'autorizzazione a un'altra persona per loro conto affinché possano compiere atti amministrativi, commerciali, giudiziari o di dominio.

Lettera di potere

La persona che trasferisce questo potere o autorizzazione è chiamata concedente; e la persona a cui è concesso tale potere è chiamata procura . È importante aggiungere che una procura non include l'autorizzazione in merito alle decisioni in materia di salute dal concedente al procuratore; in altre parole, copre solo questioni o aspetti legali e finanziari.

Una procura deve contenere alcune informazioni in esso contenute, come ad esempio: il nome del procuratore, includere in esso la parola "Concedo", una dichiarazione specifica sui poteri, le responsabilità, gli obblighi e l'autorizzazione che gli verranno assegnati, oltre alla dichiarazione del Nel tempo il potere verrà trasferito e infine la firma e il nome del concedente, e anche dei testimoni che di solito tendono ad essere due.

Raccomandato

reportage
2020
Tarea
2020
invenzione
2020