legno

È concettualizzato come materiale ortotropo, duro e fibroso con cui si formano i tronchi d'albero sviluppati per anni, formando anelli concentrici corrispondenti alla diversa crescita della biomassa in base alle stagioni, coperti da una crosta protettiva composta da cellule collegate con lignina che è stanno morendo. Le piante che non producono legno sono conosciute come erbacee.

legno

Una volta tagliato e asciugato, il legno viene utilizzato per scopi diversi e diverse aree come: fare la pasta o la pasta, materia prima per fare la carta, alimentare il fuoco, in questo caso si chiama legna da ardere ed è una delle modi più semplici di usare la biomassa. Viene anche utilizzato per ingegneria, edilizia e carpenteria, medicina, trasporti (baschi e carrozze).

Il legno è classificato in tipi: Legni bianchi (da alberi a crescita rapida), Legni duri (da alberi a crescita lenta), Legno di resina (specificamente resistente all'umidità), Legno pregiato (usato per applicazioni artistiche), Legno prefabbricato (Sono realizzati con resti di legno, entrambi i trucioli). A seconda della lunghezza delle sue fibre, il legno può essere classificato in legno a fibre lunghe e legno a fibre corte. Inoltre, il legno è un isolante termico ed elettrico, un buon conduttore del suono (acustico), è un materiale rinnovabile, biodegradabile e riciclabile, utile, malleabile e tenace. Il suo colore è dovuto a sali, coloranti e resine. Quelle più scure sono forti e resistenti, la loro consistenza dipende dalle dimensioni dei pori, le vene sono dovute all'orientamento e al colore delle fibre, la densità è inferiore a quella dell'acqua, che consente loro di galleggiare.

Raccomandato

RAE
2020
gelsomino
2020
Educazione stradale
2020