Legge generale dei gas ideali

Questa legge nasce dalla combinazione di tre semplici leggi: la legge di Boyle, la legge di Charles e la legge di Gay-Lussac. Matematicamente queste leggi descrivono ciascuna delle variabili termodinamiche rispetto alle altre, mentre il resto rimane costante. Ad esempio, la legge di Boyle formula che il volume e la pressione sono inversamente proporzionali tra loro, essendo a temperatura costante.

Legge generale dei gas ideali

Da parte sua, la legge di Charles afferma che il volume e la temperatura saranno proporzionali tra loro, purché la pressione rimanga costante. E infine, la legge di Gay-Lussac afferma che può esserci una proporzionalità diretta tra pressione e temperatura, purché il volume rimanga costante.

Ciò dimostra che sia la legge di Boyle che quella di Charles possono essere mescolate in un postulato che indica, a sua volta, la dipendenza tra il volume di una specifica massa di gas, in relazione alla temperatura e alla pressione.

La legge generale sul gas ideale è formulata come segue: PV / T = K. in questo caso P rappresenta la pressione, V è il volume e T è la temperatura, che è espressa in Kelvin.

È importante ricordare che è stato lo stesso Gay-Lussac a raggruppare queste tre leggi e ha finito per formulare l'equazione generale del gas, che mostra il legame tra la pressione, il volume e la temperatura di una specifica massa di gas. Questa equazione è la seguente: P * V / T = K

Per quanto riguarda la sua applicazione, la legge generale dei gas ideali viene costantemente utilizzata in meccanica che è influenzata da temperatura, pressione e volume, come nel caso di frigoriferi, condizionatori d'aria, tra gli altri.

Raccomandato

Empleo
2020
Banner
2020
attivismo
2020