La leadership del Laissez-faire

È riconosciuto per essere molto liberale, motivo per cui il suo nome come leadership laissez faire, che è un'espressione di origine francese e la cui traduzione significa "let do", in questo modello il leader è una figura passiva che consente ai suoi subordinati di avere il pieno controllo di cosa si sta facendo poiché ricevono tutte le informazioni e gli strumenti necessari per svolgere i compiti e dove il leader interverrà solo se il subordinato richiede il suo aiuto.

La leadership del Laissez-faire

Il leader in questo caso è caratterizzato dal ruolo molto liberale e passivo in cui "fa e lascia fare", poiché i lavoratori sono quelli al potere, questo perché nel ruolo i subordinati devono essere persone con molta professionalità e che sanno bene cosa stanno facendo quando prendono decisioni difficili, il che può essere un problema se i subordinati non hanno davvero abbastanza capacità da gestire da soli. Il leader avrà poca influenza sul raggiungimento degli obiettivi dell'azienda, preferisce chiarire le regole, interferire il meno possibile nelle attività, le opinioni che forniscono sono neutrali, quindi la loro partecipazione è quasi nullo, partecipa solo se gli viene chiesto di farlo dal momento che il potere di prendere decisioni è stato delegato ai propri colleghi, non valuta alcun tipo di attività.

Per molti questo tipo di leadership non è fattibile poiché ci deve sempre essere un ordine e per questo è necessario che qualcuno lo imponga, poiché quando si risolve un conflitto sarebbe molto più difficile ottenere la soluzione poiché l' individualismo è fatto Presente e nessuno dà il braccio di torcere, nel caso in cui non si possegga la conoscenza necessaria o l'esperienza richiesta dalla posizione, il nord dell'organizzazione potrebbe andare perso e, di conseguenza, il suo obiettivo non verrà raggiunto.

Come ogni cosa, questo tipo di leadership non può essere del tutto negativo in quanto presenta alcuni vantaggi che possono essere presi in considerazione, ad esempio, nei casi in cui il leader non è in azienda, i suoi subordinati sono in grado di continuare con il lavoro, i compiti possono essere delegati più facilmente, i lavoratori si sentono presi in considerazione avendo maggiori responsabilità, oltre a sentirsi più liberi di non lavorare sotto pressione.

Raccomandato

Prohibición
2020
reato
2020
termologia
2020